Crocchette di gamberetti di Benedetta Parodi

crocchette gamberetti

Far mangiare il pesce ai bambini può essere un’impresa, ma con le crocchette di gamberetti il successo è assicurato. In genere non mi piacciono moto i gamberetti, perché sono noiosi da sgusciare, troppo piccoli, e quando si cucinano spesso diventano ancora più piccoli e a volte duri. Per riuscire ad apprezzarli nel modo giusto ho pensato di seguire i consigli di Benedetta Parodi: ho acquistato i gamberetti rosa surgelati – e in questo modo mi evito di doverli sgusciare uno per uno – e ho preparato queste profumatissime crocchette, che ho accompagnato con una fresca insalata di verdure, carote e mais e un cucchiaino di maionese. Semplicemente perfette!

Oltre ad essere perfette per i bambini, che alle crocchette di  qualunque tipo non sanno resistere, trovo che queste crocchette di gamberetti siano perfette anche per i grandi, magari servite come aperitivo oppure come antipasto sostanzioso. La frittura non è un grande problema considerato che si tratta di ingredienti leggeri e che una dose per quattro persone richiede l’uso di un solo uovo. Insomma, niente paura per la linea!

Quando triterete i gamberi fate attenzione a non ridurli in poltiglia. Basta solo sminuzzarli e lasciare qualche pezzettino più consistente. Per ottenere questo risultato utilizzate un mixer e date solo qualche colpo con le lame a media velocità, in questo modo eviterete di frantumarli troppo e allo stesso tempo sarete sicuri della consistenza finale delle crocchette. Anche quando preparo le crocchette di patate infatti, mi piace che siano consistenti, con le patate che si sentono bene sotto i denti.

Lascia un commento