Pizza integrale di Gabriele Bonci

di Fabiana 0



Non c’è nulla da fare: la lentezza è indispensabile per la buona riuscita della pizza fatta in casa: ottimi ingredienti, lunga lievitazione e un po’ di pazienza, vi ripagheranno con una pizza veramente speciale.

La ricetta della pizza integrale di Gabriele Bonci: soffice, morbida e molto, molto digeribile, è una pizza che potrete farcire in tanti modi diversi in base ai vostri gusti personali.

Pizza integrale di Gabriele Bonci


Ingredienti

350 gr di farina semi integrale - 150 gr di farina di farro o kamut o farina 0 | 1/2 bustina di lievito secco - 1/2 cucchiaino di zucchero | 450 gr di acqua tiepida circa | 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva - 2 cucchiaini di sale integrale

Preparazione

   Mettete all’interno di una ciotola le due farine e la maggior parte dell’acqua e mescolate bene con un cucchiaio. Anche se l’impasto risulta morbido, non temete. Aggiungete anche il lievito, il resto dell’acqua, il sale e l’olio: mescolate fino a quando non avrete ottenuto una pastella.dopo aver lasciato amalgamare tutti gli ingredienti non dovrete fare altro che lasciar riposare l’impasto per almeno dieci minuti.

   Riprendetelo e poi lavoratelo su una spianatoia infarinata, aprite e chiudete l’impasto diverse volte consentendo in pratica di asciugarsi più velocemente.

   Sistematelo all’interno di una ciotola unta con l’olio e poi copritelo con la pellicola: lasciatelo riposare per almeno 24 ore in frigorifero, ma scegliete la parte bassa, che è soggetta a minori sbalzi di temperatura. Trascorse le 24 ore, dividete l’impasto in panetti, a seconda del numero di pizze che volete, e  lasciateli riposare a temperatura ambiente sulla spianatoia infarinata per almeno 30 minuti.

   Lavorateli e dategli la forma che volete, poi lasciate lievitare altre tre ore. Condite con la passata di pomodoro e il formaggio tagliato a cubetti, aggiungete anche l’origano ed un pizzico di sale, un filo di d’olio EVO. Lasciate cuocere in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti nella parte bassa del forno e per altri 10 nella parte più alta, poi servite.

È perfetta come pizza con l’olio e il rosmarino, ma anche come pizza margherita con la farina integrale oppure come base per una pizza farcita o una semplice margherita.

PIZZA FINTA CON PROSCIUTTO E MOZZARELLA

PIZZA ROMANA CON SALSICCIA E CON FUNGHI DI GABRIELE BONCI 

PIZZA FRITTA VEGANA, LA RICETTA DI ANTONINO ESPOSITO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>