Torta di patate dolce con mele saltate, leggerezza e gusto

di Ishtar 1



Oggi una torta diversa dal solito: la torta di patate accompagnata da mele saltata in padella. La ricetta è della cuoca Palma d’Onofrio, si tratta di un dolce a mio avviso innovativo, quasi fosse una sorta di gateaux di patate ma dolce. Infatti è completamente a base di patate, di farina neanche l’ombra, anzi, ad essere precisi, un solo cucchiaio. Uvetta e pinoli ad insaporire il tutto e mele saltate in padella con la cannella per accompagnare la torta. Direi che il quadro è completo, non manca proprio niente. Inoltre c’è da dire che le patate con le loro 80 calorie circa per 100 gr di prodotto, contro le 345 della farina 00, quella utilizzata solitamente per la preparazione dei dolci, allegeriscono di gran lunga la quantità di calorie della torta rendendola leggera e adatta a chi vuole controllare la propria dieta.

Torta di patate


Ingredienti

500 gr. patate pasta bianca | 1 lt. latte | 150 gr. uvetta | 100 gr. burro | 80 gr. zucchero | 1 cucchiaio farina | vaniglia o scorza grattugiata di un limone | 3 uova | 50 gr. pinoli | Per le mele saltate in padella: 3 mele golden | 30 gr. zucchero di canna | 1 stecca cannella | vino dolce

Preparazione

   Ammollare l’uvetta in acqua tiepida.Sbucciare le patate e le mele e renderle a tocchetti. Incidere per la lunghezza il baccello e aprirlo.

   Mettere le patate in un pentolino con la bacca e coprirle con il latte, mettere sul fuoco per 15 minuti. Scolarle, togliere la vaniglia (riciclarla asciugandola finchè ci sono i semi), schiacciarle nello schiacciapatate ancora calde.

   Aggiungere il burro morbido e mescolare. Aggiungere la farina setacciata e mettere tutto in padella, passare sul fuoco 3-4 min., per asciugare la patate, mescolando deve essere veloce.

   Sciogliere una noce di burro e aggiungere le mele, insaporire, appena sono lucide aggiungere lo zucch. di canna e caramellare. Fuori dal fuoco sfumare con il vino, rimettere sul fuoco vivace e lasciare evaporare. Aggiungere la cannella e lasciare insaporire, non devono essere troppo morbide, strizzare l’uvetta. Montare gli albumi con 1 cucchiaio di zucchero degli 80 g a neve ferma.I rossi con il resto dello zucchero devono essere montati 10 minuti, perché il dolce non ha il lievito e quindi più montano le uova più garanzie avremo, per il gonfiore.

   Alle patate aggiungere i tuorli, mescolare bene. Aggiungere i pinoli mescolare, uvetta e mescolare. Aggiungere 1 cucchiaio di albume e amalgamarlo bene, stemperandolo, questo ammorbidirà il composto. Aggiungere gli altri albumi mescolandoli poco, devono rimanere parti bianche.

   Prendere una teglia 20-22 cm coprire con carta forno bagnata e strizzata, volendo si può imburrare la teglia così la carta aderirà meglio. Mettere il composto e livellare. Spolverare con poco zucchero, per non scurirlo troppo ma in modo che faccia la crosticina. Infornare a 180° - 40 min. Spolverare con zucchero velo. Servire con le mele.

La varietà di patate prevista in questa ricetta, quella bianca, è contraddistinta dal fatto di essere abbastanza farinosa , perchè contiene una quantità elevata di amido, che a differenza di pane e pasta dona un maggiore senso di sazietà. Di conseguenza le patate a pasta bianca sono preferibili alle altre nella preparazione di crocchette, gnocchi e preparazioni di questo tipo, mentre per la preparazione di patatine fritte, lesse, e al forno, preferite le patate a pasta gialla: sono più compatte e tengono meglio la cottura rispetto alle altre varietà. Infine le mie preferite: le patate novelle, sono piccole, tenere e dalla buccia sottile, potete anche evitare di sbucciarle (ovviamente vanno lavate accuratamente prima della cottura), hanno pochissime calorie (ecco uno dei motivi per cui le adoro). Inoltre le patate sono facilmente digeribili, ecco perchè, come dicevo, la torta di patate può essere considerata leggera in tutti i sensi. Non appesantisce e soddisfa in pieno la voglia di dolce, senza però troppe calorie.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>