Menu di Pasqua, menu di Natale…ma quali vini associare ai dolci nelle festività?

di B.Raccah 0

Si stanno avvicinando le feste di Pasqua e immancabilmente iniziamo ad essere presi dai preparativi per il pranzo e per il weekend speso con i parenti. Gli stessi dubbi che ci assalgono a Natale e in ogni festa comandata. Sulle nostre tavole i menù più vari, ci si affida alla tradizione nella maggior parte dei casi, si vanno a rivisitare le ricette del proprio paese, c’è che pensa a un menù classico, chi proverà nuove ricette, e chi improvviserà in base al proprio estro e alle proprie finanze.


Non è necessario essere raffinati sommeliers per abbinare correttamente ai piatti che andremo a preparare i vini giusti; c’è da dire che il web pullula di siti a carattere enogastronomico che sono molto frequentati, segno che quello del bere e del mangiar bene è un mondo che continua ad affascinare, e che c’è voglia di conoscere oltre che di consumare. Perciò stiamo scoprendo riguardo all’abbinata cibo/vino molto di più rispetto alla regola canonica del “bianco con il pesce, rosso con la carne” di antica consuetudine, nozione che non lasciava molto spazio alla considerazione di altri accordi e sapori.

I dubbi più grandi, ad esempio, sono sempre sorti riguardo all’abbinare il giusto vino con il dessert; alla fine dei pranzi festivi si serve di solito l’immancabile spumante, che da sempre è sinonimo di convivialità e di festa, ma che non si sposa bene con tutti i tipi di dolce.

Nella “zona d’ombra” resta il cioccolato, contenuto nei classi di dolci pasquali e tutte le preparazioni che ne hanno fra gli ingredienti. Di sicuro è uno fra gli abbinamenti più difficili: difficile far risaltare entrambi i sapori o almeno tentare di non alterarli nell’accostamento,evitando soprattutto che il gusto amaro del cioccolato copra i tannini del vino.

L’impresa però non è impossibile, anzi…esistono dei vini e dei liquori che armonizzano con il cioccolato, e ne esaltano il gusto, addirittura ce n’è uno che è stato pensato e creato appositamente per questo…..

Andando per ordine, fra i liquori possiamo scegliere:

  • Sherry Pedro Jimenez dolce
  • Scotch Whisky di puro malto invecchiato più di 12 anni
  • Bourbon Straight invecchiato più di 12 anni
  • Xeres andaluso
Tra i vini:

  • Barolo kinato: un vino da meditazione di antica tradizione piemontese, se ne producono solo poche migliaia di bottiglie, è di colore rosso granata scuro, e la presenza di erbe officinali gli conferisce il caratteristico retrogusto amaricante
  • Bukkuram: 100% di vitigno moscato di Pantelleria, di colore giallo dorato, è un vino dolce e morbido, di produzione molto limitata
  • Banylus: tra i più adatti al cioccolato, prodotto in Francia, nelle zone al confine con la Spagna,di colore rosso scuro, ricorda nel gusto fruttato il Porto
  • Moscat de Rivesaltes: vino molto delicato, adatto per il cioccolato bianco, di cui non copre il sapore e la morbidezza
  • Jurancon: vino spagnolo molto antico, fu servito al battesimo di Enrico di Navarra nel 1553, bianco e speziato, morbido
  • Ala Corvo di Salaparuta: il preferito di molti amanti del cioccolato, è un vino liquoroso prodotto nel cuore della Sicilia, fortificato durante l’invecchiamento dall’aggiunta di infuso di marasca e mandorla amara, di colore rosso ambrato e dal gusto dolce, caldo e robusto. La storia che lo accompagna ci racconta che fu creato dal Duca Enrico Alliata di Salaparuta, per la sua amatissima consorte Sonia, sudamericana e… amante del cioccolato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>