La torta al cioccolato, i topi da cucina e Parigi

di Redazione 21

Ciò che può succedere a chi sogna di essere un grande chef (almeno tra le pareti e i fornelli della propria cucina!), scorazzando tra i ristoranti di Parigi è di chiedersi almeno una volta “Come fanno a prepararlo così buono?”. Di cosa parlo? Di cucina francese naturalmente. Canard, confit o maigret, al miele, al cognac. Baccalà, servito in roventi terrine di terracotta su un letto di patate agli aromi.

O di tarte de grand-mère, soffice e cremosa torta di cioccolato del Jardin d’en face. A due passi dal Sacré Coeur, nel quartiere bohemien, talmente turistico che guai a pensare di mangiar bene, c’è invece questo ristorantino che più francese non si può, pieno di gente, da cui esci carico di odori della cucina e certamente avendo provato la torta della nonna. E torni di nuovo a mangiarla, è sicuro e faresti di tutto per avere la ricetta, anche se credi che tu non saresti capace di prepararla! E invece tornata a casa becco la ricetta e…Sarà la Francia, sarà l’ottimismo del topo piccolo chef che fa della ratatouille un piatto d’alta cucina…La torta non riesce niente male! Provate a farla, e poi se passate da Parigi verificate quanto siete stati bravi:

Le Jardin d’en face
33, Rue des Trois Frères, 75018 Parigi
Per prenotare : 01 53 28 00 75

Ingredienti e preparazione:

  • Fondete:
    400gr cioccolato amaro
    60gr burro
    70gr zucchero
    50gr latte
  • Girate con una frusta e aggiungete:
    3 uova intere
    2 tuorli
    60gr maizena (amido di mais)
    1 bustina lievito
  • Amalgamate senza lavorare troppo
  • Versate in una teglia con cerniera e infornate in forno già scaldato a 170° per 20 min.
  • Servite alla parigina, con gelato alla pesca e uno spruzzo di sciroppo di amarene.

E Voilà, un piccolo pezzo di Parigi si è introdotto dolcemente in casa vostra. Non dimenticatevi però di dividrne qualche briciola con qualche dolce amico.