La storia e la ricetta originale delle crepes Suzette

di liulai 3

 TEMPO: 15 minuti | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Cafè Paris di Montecarlo, inizio del 1900: è una bellissima serata ed il principe Edoardo VII sta cenando con alcuni suoi carissimi amici. Nelle cucine tutti sono indaffarati a fare del loro meglio per soddisfare il palato esigente del principe; lo chef, Auguste Escoffier, insieme al suo fido apprendista stanno preparando un magico dessert quando, improvvisamente, le mani maldestre del fido aiutante fanno cadere un po’ troppo liquore sulle crepes che il principe aveva ordinato.

 Come rimediare? Proviamole, disse. Erano deliziose….tanto che anche il principe richiese il bis! Inizialmente si pensò di mettervi nome “Principe di Galles” successivamente però, il principe chiese che le crepes fossero chiamte suzette in onore di una damigella seduta alla famosa cena. Consiglio direttamente dallo chef Escoffier: preparate la salsa anche un giorno prima, conservatela in frigo e poi sentirete anche le campane quando mangerete questo dessert! Buon appetito

 

Crepes Suzette

Ingredienti per 6 persone:

 125gr. di farina | 40gr. di zucchero a velo | buccia grattugiata di 1/2 limone | 2 tuorli | un uovo intero | 1/2 bicchiere di latte | 1/2 bicchiere di panna | 100gr. di burro | 3 arance | un limone | 10 zollette di zucchero | 2 cucchiai di zucchero | 2 bicchierini di Grand Marnier | 2 o 3 bicchierini di cognac

LA PREPARAZIONE:

  1. Mescolate in una terrina la farina con lo zucchero a velo e la buccia grattugiata di mezzo limone. Sbattete insieme l’uovo intero con i due tuorli, il latte e la panna e versate il composto nella terrina. 

  2. Fate sciogliere 50gr. di burro a bagnomaria e unite anche questo alla pastella. Quindi, con poco burro, fate tante frittelle sottilissime del diametro di circa 15cm. e mettetele al caldo man mano che saranno pronte.

  3. Lavate bene le arance e il limone, asciugateli e sfregate contro la loro buccia le zollette di zucchero, perché si impregnino bene di essenza. Fatto questo potete spremere sia le arance sia il limone.

  4. Mettete a sciogliere in una padella che possa andare in tavola il restante burro, buttatevi dentro le zollette imbevute di assenza e altri due cucchiai di zucchero; quando tutto si sarà sciolto, aggiungete il succo delle arance e del limone e fate bollire qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.

  5. Aggiungete ora i due bicchierini di Grand Mamier, mescolate ancora brevemente e poi immergete, una dopo l’altra, le crépes (frittelle) in questa specie di salsa dolce.

  6.  Lasciate che si imbevano prima da un lato e poi dall’altro; quando tutte le crépes saranno ben impregnate (quasi tutto il liquido della padella dovrà essere assorbito), arrotolatele ad una ad una e rimettetele nella padella, una vicina all’altra. Scaldate il cognac, versatelo sulle crépes e dategli fuoco. Lasciate che la fiamma si spenga e da sola e servite subito.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>