Krapfen, la delizia dei dolci fritti

di Fabiana Commenta



Non sono leggerissimi, ma sono veramente squisiti come tutti i dolci fritti: i  sono dolci pasta lievitata, una sorta di deliziose bombe fritte estremamente diffuse in tutta Italia sopratutto nel periodo di Carnevale. 

 

Sono totalmente buoni che sono stati però sdoganati e adesso di trovano tutto l’anno anche se in realtà si tratta di preparazioni tipiche del Trentino e in generale dell’Austria, paese che gli ha conferito proprio i natali. 

Krapfen, la delizia dei dolci fritti


Ingredienti

500 gr di farina | 150 g di zucchero semolato | 435 g di uova intere | 150 g di burro - 20 g di lievito di birra - 5 g di sale | Scorza di limone - Bacca di vaniglia | Marmellata di albicocche e zucchero a velo

Preparazione

  Impastate insieme la farina (andrà benissimo anche la farina manitoba), lo zucchero: aggiungete il lievito di birra, ma senza scioglierlo nell’acqua, ma sbriciolandolo semplicemente.

  Amalgamate e aggiungete all’impasto anche la metà delle uova un po’ sbattute poi continuate a mescolare e aggiungete l’altra metà delle uova.

  Lavorate il composto per almeno 15 minuti in modo tale che risulti abbastanza amalgamato, aggiungete la scorza di limone, la vaniglia e un pizzico di sale. Aggiungete anche il burro che dovrà risultate bene ammorbidito, quasi cremoso.

  Lavorate ancora un po’ l’impasto e copritelo con la pellicola lasciandolo riposare per circa un’oretta fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Riprendete l’impasto e infarinate il piano di lavoro, poi stendete la pasta fino a ottenere uno spessore di circa 3 cm ricavando dei dischetti con un coppapasta o un bicchiere.

  Sistemate i dischi ottenuti sulla teglia infarinata e lasciateli lievitare ancora un paio di ore coperti con la pellicola. Non appena a lievitazione sarà completata, dovrete aggiungere anche la crema, la marmellata o la nutella.

  Lasciate riscaldare abbondante olio in una padella con i bordi alti e poi cominciate friggerli controllando bene la cottura. Dovranno apparire gonfi e dorati: toglieteli dalla padella e scolateli, poi cospargeteli con lo zucchero a velo e serviteli quando sono ancora ben caldi.

Nato nel Seicento in Austria, a Granz, il krapfen estremamente diffuso anche nei paesi circostanti: può essere farcito con la marmellata, con la nutella o con la crema e anche preparato in casa. 

 

BOMBOLONI DI CARNEVALE SENZA GLUTINE

I DOLCI DI CARNEVALE FRITTI

FRITTELLE DI MELE DI CARNEVALE