Un gelato senza glutine? Quello di vaniglia al profumo di rose

di Anna Maria Cantarella 0



Avete ricevuto in dono delle belle rose rosse e temete che si rovinino e perdano il loro profumo? Usate i loro petali per questa ricetta di gelato alla vaniglia e non ve ne pentirete. Un gelato è sempre un dolce squisito. Piace a tutti, sia ai grandi che ai più piccoli, è fresco e si può preparare in tanti coloratissimi gusti. Tra i gusti di gelato, quello alla vaniglia è sicuramente uno dei miei preferiti, per il suo gusto delicato e il suo piacevole profumo. Vi chiederete perchè proporre la ricetta di un gelato quando gelaterie e supermercati ne sono così ben forniti. La risposta è semplice. Uno perchè è più divertente prepararli a casa e poi perchè in questo modo potrete sbizzarrirvi con i gusti che vi piacciono di più e come nel caso della ricetta di oggi, sperimentare nuovi aromi. La ricetta che vi propongo è quella di un comune gelato alla vaniglia, aromatizzato con i petali di rosa. Usare i fiori come aroma per la cucina non è una novità. Esistono infatti tante ricette, anche salate, in cui si usano i fiori per aromatizzare la preparazione. Per questa ricetta vi serviranno circa 30 petali di rose, che userete per profumare uno sciroppo a base di acqua, zucchero e una stecca di vaniglia.

gelato di vaniglia al profumo di rose


Ingredienti

circa 30 petali di rosa | 1/2 lt. panna | 3 tuorli d'uova | un bicchierino kirsch | un bicchiere latte | 150 gr. zucchero | mezza stecca vaniglia | 1/2 lt. acqua

Preparazione

  Mettete l'acqua e lo zucchero (meno 3 cucchiai) in una casseruola: ponete il recipiente sul fuoco e fate sciogliere lo zucchero, portando il liquido ad ebollizione. Togliete il liquido dal fuoco e immergetevi la stecca di vaniglia e i petali di rosa. Lasciateli macerare un paio d'ore e poi estraeteli dallo sciroppo con il mestolo bucato. Mettete di nuovo lo sciroppo sul fuoco e fatelo scaldare.

  Lavorate i tuorli delle uova con un cucchiaio e poi incorporateli piano piano allo sciroppo profumato alla rosa. Togliete il composto dal fuoco e fatelo raffreddare, continuando a mescolare con il cucchiaio di legno.

  Incorporate il liquore kirsch, la metà della panna e infine il latte, rimestando sempre delicatamente.

  Ponete il composto nelle vaschette da frigorifero e fatelo gelare per circa tre ore.

  Montate la restante panna con i tre cucchiai di zucchero che avevate conservato. Servite il gelato in coppa, guarnito con la panna montata.

Prima di introdurre la vaschetta del gelato nel freezer, regolate il termostato al massimo per aumentare l’erogazione del freddo. Trascorsa mezz’ora dall’introduzione del gelato nel freezer, estraetelo e mescolatelo delicatamente con una paletta di legno per evitare la formazione di ghiaccioli sulla superficie del gelato e per mantenerlo, a congelamento completato, soffice e spumoso. Inoltre tenete presente un altro particolare importantissimo per la preparazione del gelato: non aumentate o diminuite mai la dose dello zucchero della ricetta, perchè un gelato troppo dolce stenta a consolidarsi, mentre uno troppo insipido si presenta quasi sempre granuloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>