Crespelle di zucca per la colazione di Halloween

di Claudia 0



Come per ogni tradizione che si rispetti ieri è stata la nottata di dolcetto o scherzetto per i più piccini, anche se non avendo bambini non so se e come sia possibile nelle nostre città riportare questa tradizione, certo sarebbe simpatico farlo per i bambini di un quartiere o di un complesso di abitazioni, so invece che per i più grandi ci sono feste di ogni tipo, domestiche e organizzate dai migliori locali. Il primo novembre dovrebbe poi essere giorno di festa per la maggior parte di noi, e allora stamattina vi propongo un risveglio speciale con queste crespelle di zucca.

Crespelle di zucca


Ingredienti

500 gr. zucca | 50 gr. zucchero | 100 gr. farina | 2 uova | zucchero a velo per spolverizzare le crespelle | olio di semi per friggere

Preparazione

   Sbucciare la zucca e pulirla con cura, quindi lessarla in acqua bollente. Una volta ammorbidita scolarla bene e mettere i pezzi in una ciotola capiente.

   Schiacciare la polpa di zucca con un forchetta, quindi unire prima i tuorli d'uovo, poi gli albumi montati a neve, mescolando piano per non farli smontare.

   Aggiungere poi anche la farina, sempre poco a poco e infine lo zucchero.

   Riempire una padella antiaderente d'olio, in modo che le frittelle siano completamente ricoperte durante la frittura. Cuocere le frittelle a cucchiaiate e recuperarle quando saranno ben dorate.

   Mettere le crespelle ad asciugare su un foglio di carta assorbente e servirle ancora calde, spolverizzate con lo zucchero a velo.

Mi è già capitato di parlare di crepes e crespelle e di come alla mia mente automaticamente ritorni il ricordo di me bambina, ma anche ragazzina, in cucina con mio padre, che periodicamente prendeva delle “fissazioni culinarie” e devo dire che il periodo delle crepes è stato uno dei migliori, visto che poi se ne preparavano di dolci e salate praticamente ogni fine settimana!

La mia generazione non ha tanti ricordi con i papà, i papà moderni che si prendono così tanta cura dei figli sono davvero molto più recenti, direi che sono anche proprio i ragazzi della mia generazione o di poco più grandi, e quindi pensare alle crespelle per me può sempre diventare un’occasione per pensare alle cose fatte insieme al papà, le cose diverse dai giochi perchè sono cose più costruttive, ma pensiamo alle nostre crespelle alla zucca e lasciamo perdere la psicologia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>