Vigilia con le roselline romagnole delle sorelle Simili

di Ishtar 0



La volete una valida idea su cosa portare in tavola la sera della vigilia di Capodanno? Intendo un’idea per un solo piatto, so bene che le portate saranno ben più di una. Ma io vorrei darvi lo spunto per quella di punta, il primo, appunto. Ancora una volta vengono in nostro soccorso le sorelle Simili che conosciamo bene, abbiamo già parlato di loro più volte, la loro fama le precede. Dicevo, la ricetta di questo primo, le roselline romagnole, proviene da uno dei loro tre libri, “Sfida al mattarello” ed è, neanche a dirlo, una garanzia.  Le roselline romagnole vi faranno fare una bella figura: intanto perchè si tratta di un’alternativa alle “solite” lasagne e cannelloni, sono molto coreografiche e si possono farcire anche con altri tipi di ripieno, guardate in dispensa o in frigo quali sono gli ingredienti da consumare, il resto verrà da se.

Roselline romagnole


Ingredienti

6 fette di mortadella sottile | 6 fette di prosciutto cotto sottile | 6 fette di fontina doce sottile | Per la besciamella: 500 gr di latte | 20 gr. burro | 50 gr. farina | 1 cucchiaio concentrato di pomodoro | sale | Per la sfoglia: 3 uova q.b. pepe | 330 gr. farina 0

Preparazione

  Fare la sfoglia con 3 uova e 330 gr di farina 0. Tagliare la sfoglia a circa 12 cm di larghezza (ossia la larghezza dei rulli della macchina stendipasta) e 40 cm di lunghezza.

  Lessare in acqua bollente salata per circa 1min. dall'inizio dell'ebollizione, non più di 3 alla volta. Passare in una ciotola di acqua fredda salata e stendere su un canovaccio. Sugo: fondere il burro e unire il concentrato, mescolare bene e togliere dal fuoco. Aggiungere la farina tutta in una volta, mescolare bene, salare, pepare e rimettere sul fuoco.

  Far cuocere circa 1 min., togliere dal fuoco e unire tutto in una volta il latte bollente. Battere con una frusta, far amalgamare. tornare sul fuoco, far riprendere il bollore e spegnere.

  Cospargere le strisce di pasta con parmigiano, disporre sopra una fetta di prosciutto ed una di mortadella tenendole un poco distanziate. L'affettato deve coprire la striscia senza sporgere, eventualmente pareggiare ed usare i ritagli per coprire zone scoperte.

  Arrotolare le fette di fontina per il lungo e disporle lungo il lato corto. Cospargere ancora con parmigiano e arrotolare cominciando dal lato corto dove si trova la fontina. Non stringere troppo. Una volta pronti, tagliare i rotoli trasversalmente in tre parti. Coprire il fondo di una pirofila con un po' di salsa, sistemare sopra le roselline in piedi e leggermente distanziate.

  Con le forbici fare su ogni rosellina 5 o 6 tagli verticali partendo dalla pasta che sta nel centro, profondi circa 1 cm e mezzo. Aprire leggermente, versare la centro la salsa. cospargere di parmigiano e gratinare in forno a 180°C x 15 min. Se diventano troppo cotte, coprire con un foglio di stagnola.

Esempio: avete del ragù avanzato? Potete utilizzare quello, oppure per una versione vegetariana, potete optare per ricotta e spinaci. Vi do un suggerimento: preparate le roselline in largo anticipo, diciamo un giorno prima perchè acquisteranno in sapore con il riposo e vi permetteranno tra l’altro di non arrivare con il fiato alla gola all’ora di cena.

La ricetta che vi ho proposto prevede come condimento la besciamella, se, però, come spesso capita, qualcuno dei commensali fosse intollerante ai latticini, vi suggerisco questa besciamella alternativa, chi l’ha assaggiata giura di non averne colto la differenza.

Besciamella con latte di soia

1/2 litro di latte di soia
1 cucchiaio e mezzo di farina
olio quanto basta
sale

Mescolare la farina e l’olio in modo da ottenere un composto dalla consistenza non troppo dura ma neanche troppo liquida. Versarla nel latte scaldato in un pentolino a parte e mescolare in continuazione per almeno 5 minuti in modo che non si formino grumi. Quando la besciamella inizia a rapprendersi unire noce moscata e sale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>