Castello di Ama Rosato 2007 IGT Toscana (video degustazione)

di Andrea Gori 0

Dalla sua apparizione sul mercato, il Rosato del prestigioso Castello di Ama, da sempre produttore di un grandissimo Chianti Classico Moderno in grado di piacere a chiunque (pur senza nessuna concessione a uso di vitigni forestieri come il merlot o il cabernet). E’ uno dei rosati più piacevoli e profumati che esistano in Italia e la spiegazione è molto semplice se si pensa che è “composto per il 90% da uve Sangiovese e per il rimanente 10% di uve Canaiolo dalla saignée effettuata ai lotti destinati a produrre il Chianti Classico.” Per i profani, “saigneè” vuol dire che si fa un “salasso” dal mosto in fermentazione del Chianti Classico, ovvero svinando una parte del vino nelle prime fasi di fermentazione e macerazione in modo che il vino appunto non diventi rosso e mantenga alcune componenti vinose e di freschezza.
L’abbinamento che vi proponiamo è con Pasta e Trippa una delle innovative ricette di Pasta Fredda Fabbri che abbiamo realizzato per la serata da Burde di venerdì 16 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>