Come si mangiano le bacche di Goji?

di Anna Maria Cantarella Commenta

Le bacche di Goji sono un frutto di colore rosso-arancio che proviene da una pianta cinese, considerata da secoli in grado di preservare la salute e allungare la vita. Questo è quello che sostiene la tradizione orientale, ma numerosi studi scientifici hanno dimostrato i notevoli effetti benefici delle bacche di Goji sulla salute. Questa piccola bacca rossa infatti è ricchissima di antiossidanti, calcio, potassio, ferro, riboflavina, 6 vitamine essenziali tra cui la vitamina C e la vitamina E, e poi zinco e selenio.  Assumere almeno 15 grammi al giorno di bacche di Goji dà all’organismo un apporto consistente di antiossidanti e sostanze nutritive. Ma come si mangiano le bacche di Goji?

bacche di Goji

Ci sono tantissimi modi per aggiungere le bacche di Goji alla nostra alimentazione. Le potete trovare facilmente al supermercato nel reparto frutta, in confezioni dove le bacche sono già essiccate. Potete consumarle così come sono, ad esempio al posto della frutta nello spuntino del pomeriggio. Una buona soluzione è aggiungerle allo yogurt, sia alla frutta che magro. Potete anche consumarle in aggiunta ai cereali o al muesli nel latte, oppure in aggiunta a un frullato di frutta. Se non vi piace la loro consistenza secca, potete farle rinverire lasciandole immerse in un pizzico di acqua o latte tiepido.  Per una merenda super energetica, tritate grossolanamente frutta secca e bacche di Goji e realizzate delle barrette che potrete utilizzare come snack.

Un’altra possibilità è aggiungere le bacche di Goji in infusione dentro una tisana o un tè. Le bacche infatti, unite all’acqua calda o fredda, sprigionano un piacevole profumo fruttato. Queste bevande sono ottime anche servite fredde, perchè hanno un grande effetto rinfrescante. Infine, se vi piace fare il pane in casa, aggiungete le bacche di Goji all’impasto del pane, alle ciambelle fatte in casa, ai muffin. Anche cotte hanno un ottimo gusto!

Photo Credits | Dream79 / Shutterstock.com