Expo2015: limoni confit, ricetta marocchina

di Ishtar 0



Avete mai sentito parlare dei limoni confit? Ricetta proveniente dal Marocco, tra i Paesi presenti ad Expo2015, si tratta di una preparazione piuttosto semplice ma molto versatile. Altro non sono che dei limoni sotto sale ma rappresentano, allo stesso tempo, l’ingrediente principale di molte pietanze appartenenti alla cucina tradizionale africana. Si realizzano facilmente in casa e costituiscono una preziosa conserva da avere sempre a disposizione.

Limoni confit


Ingredienti

3 tazze di sale kosher | 6 limoni

Preparazione

   Come prima operazione sterilizzare dei vasetti di vetro che serviranno per conservare i limoni.

   Lavare bene i limoni quindi tagliarli in quattro spicchi lasciandoli a piacere uniti alla base.

   Versare sopra i limoni aperti il sale e schiacciarli leggermente. Posizionarli all'interno dei vasetti riempiendo, alla fine, tutto lo spazio libero con il sale.

   Schiacciare leggermente i limoni per far si che risultino ben compatti ed eventualmente unire ancora del sale.

   Chiudere bene i vasetti e conservarli in frigo. Fare riposare dalle 3 alle 4 settimane, quindi gustare. Si conservano per 1 anno circa.

La preparazione dei limoni confit consiste nel tagliarli in quarti, cospargerli di sale e invasettarli in contenitori di vetro precedentemente sterilizzati e completamente asciutti. Prima dell’assaggio, però, dovranno riposare almeno 3-4 settimane. Come accennato sopra, i limoni confit vanno a costituire l’ingrediente imprescindibile di parecchie pietanze tra le quali la tajine, stufato cotto in una caratteristica pentola di terracotta dalla forma conica allungata. Trovano comunque spazio anche in succulenti piatti a base di carne e pesce.

Per ovvie ragioni, per la realizzazione dei limoni confit alla marocchina, si consiglia di utilizzare degli agrumi provenienti da agricoltura biologica. Se la cucina marocchina vi affascina, potreste scoprirne i segreti visitando Expo2015. Per non perdere tutti gli aggiornamenti, invece, continuate a seguire le ricette dal Mondo per Expo2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>