Le tisane per i disturbi alimentari

di Claudia 0

Le tisane si preparano in modo molto semplice, per infuso o per decozione in acqua, come abbiamo visto anche ieri per le tisane digestive. Le erbe officinali che possono essere utilizzate sono davvero moltissime e molte di esse possono anche essere coltivate sul balcone di casa, o in un piccolo giardino, per chi lo ha. In più, con un po’ di buona volontà e quando si è sicuri di non incorrere in errori si possono anche raccogliere alcune erbe che crescono abbastanza comunemente in modo spontaneo, nei giardini e nei parchi, chiedendo sempre il permesso dove e quando necessario!

In questi casi è opportuno privilegiare luoghi esposti a un inquinamento non eccessivo, e la raccolta delle erbe può anche diventare il pretesto per una bella passeggiata all’aria aperta! Dopo la raccolta le erbe devono essere essiccate in luoghi ombrosi, asciutti e areati, e conservate al buio.

Se non avete tempo o voglia, di coltivare o di raccogliere, esistono ormai moltissime erboristerie e spesso anche le farmacie più grandi hanno un reparto omeopatico e dedicato alla fitoterapia e alle tisane, potete quindi trovare le erbe di cui avete bisogno in modo anche più comodo e veloce!

Visto che qui si parla di cucina ecco alcune tisane per i disturbi intestinali più comuni e diffusi.

Aerofagia

1 pugno di semi di cumino, 1 pugno di semi di anice, 1 pugno di semi di finocchio, 1 pugno di semi di carvi.

Lasciare in infusione in 1 tazza di acqua bollente 1 cucchiaio della miscela (quindi 1 cucchiaio per ogni tazza), per una decina di minuti. Filtrare e bere dopo ogni pasto.

Bruciori di stomaco e acidità

Foglie di melissa.

Lasciare in infusione 1 cucchiaino di foglie di melissa in una tazza di acqua bollente e bere la tisana bel calda dopo ogni pasto, sorseggiandola lentamente. La melissa è una di quelle piante che può essere coltivata sul balcone di casa.

Crampi allo stomaco

2 cucchiai di fiori di tiglio, 1 cucchiaio di semi di anice, 1 cucchiaio di radice di valeriana tritata.

Dopo aver ben mescolato la miscela metterne 1 cucchiaio in una tazza d’acqua bollente e lasciare in infusione per 10 minuti prima di filtrare. E’ consigliabile berne 3 tazze al giorno, dopo ogni pasto.

Colite

1 pugno di aghetti di rosmarino, 1 pugno di fiori di lavanda.

Mettere 1 cucchiaio della miscela in ogni tazza di acqua bollente e lasciare in infusione 5 minuti prima di filtrare. Prendere 1 tazza di tisana calda, 2 volte al giorno, un’ora dopo i pasti, per 3 settimane al mese, è un buon sedativo del tubo digerente.

Gastrite

Foglie di basilico.

Mettere in infusione in 1 litro d’acqua bollente 2 cucchiai di foglie di basilico, lasciar riposare per 15 minuti e filtrare. Berne una tazza dopo i pasti principali.

Meteorismo

Maggiorana.

Mettere 1 cucchiaino di maggiorana in una tazza d’acqua bollente e lasciare in infusione per 10 minuti. Sorbirne una tazza molto calda, lentamente e a piccoli sorsi, subito dopo i pasti.

Esistono molte altre problatiche che riguardano la digestione, la fame eccessiva, la stitichezza e altri disturbi relativi al cibo e al loro assorbimento, molto presto tratteremo ancora l’argomento con altri consigli e altre tisane.

[photo courtesy of davidaola]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>