Capodanno Cinese, i piatti della tradizione

di Fabiana Commenta

Al via il Capodanno cinese che quest’anno cade il 5 febbraio aprendo ufficialmente l’anno del maiale: i festeggiamento andranno avanti per 15 giorni e fra festeggiamenti e riti da rispettare, non mancano i piatti tradizionali da gustare durante questi giorni. 

Sulle tavole cinesi non può mancare l’anatra che simboleggia felicità, salute e prosperità. La pelle d’anatra poi diventa croccante una volta fritta e nel momento in cui viene mangiata viene considerata un portafortuna. 

Non possono mancano i noodles, i tradizionali spaghettoni cinesi per accogliere il nuovo anno: simboleggiano la longevità, ma anche la consapevolezza delle proprie speranze e delle proprie paure magari serviti con il brodo di manzo preparato in casa. 

Non possono mancare in tavola neppure i ravioli ripieni che portano fortuna e ricchezza e che vengono preparati in tante versioni diverse e farciti con un ripieno di verdure tagliate, avvolti in un impasto sottile ed elastico. Possono essere bolliti, cotti al vapore, fritti o cotto al forno e vanno accompagnati con il cavolo e i ravanelli.

Immancabile come nel capodanno occidentale, il pesce anche sulle tavole del capodanno cinese: simboleggia la ricchezza e richiama il denaro, ma rappresenta anche l’incoraggiamento e non spendere tutti i propri soldi, ma a mettere qualcosa da parte per il futuro. Il pesce può essere cucinato in tanti modi diversi  

Il classico dolce di riso simboleggia un aumento di salario o una promozione senza dimenticare le palline di riso dolci che simboleggiano l’unione in famiglia. Mandarini, arance e pomelo, una sorta di pompelmo cinese scelti per la forma e per il colore, sono invece i tipi di frutta più richiesti. 

photo credits | instagram