Sushi Day, Roma e Milano le città più amanti del sushi

di Fabiana Commenta

 

Si festeggia oggi, lunedì 18 giugno il Sushi Day, la giornata interamente dedicata al più amato dei cibi giapponesi, il sushi. Diventato ormai una moda consolidata in tutta Italia, il sushi è amato in tante città diverse, anche se spopola soprattutto a Roma e Milano, le due città che apprezzano il sushi più di tutte le altre nella nostra penisola.

I dati riportati dall’osservatorio food delivery Just eat in occasione del “Sushi Day” conferma che ad essere amato non è solo il sushi, ma la cucina giapponese in generale.

 

La ricerca di mercato della società di consegne a domicilio è stata condotta su 12.000 utenti in 10 città italiane e conferma che sono stati proprio i milanesi ad aver mangiato più sushi rispetto a tutti gli altri con un quantitativo molto alto, circa 13.000 kg di uramaki ordinati e 7.000 di nigiri.

I milanesi sono stati seguiti a stretto giro dai romani con 9.500 kg di uramaki e 7.200 di nigiri e poi dai torinesi con 3.400 kg di uramaki e 2.200 di nigiri. Spiccano al quarto posto della classifica i genovesi seguiti poi dalle città di Bologna, Firenze, Napoli, Palermo e Verona.

Ma chi ordina soprattutto sushi? Gli ordinatori di sushi a domicilio secondo Just sono giovani di età compresa fra i 25 e i 35 anni, con una crescita del +15% nel range 26-45 anni, con un 22% che ordina sushi a casa via app.

Sono invece le donne che ordinano sushi a domicilio per quasi il 60% confermando il trend di gradimento della cucina nipponica la più amata dopo la classica pizza e l’hamburger, con una crescita dal 2017 del +70% e con un totale di oltre 47.000 kg di uramaki ordinati solo nei primi 5 mesi.

 

photo credits | thinkstock