Festività natalizie, come cucinare light

di Fabiana Commenta

Si sa che le festività natalizie mettono a dura prova la linea e che fra pranzi, cene e cenoni, la possibilità di mettere su peso in men che non si dica è dietro l’angolo: le portate si moltiplicano, ma con qualche accorgimento è anche possibile non rinunciare al gusto e non ingrassare. Come ridurre le calorie in tavola?

Chiaramente il consiglio di non eccedere con le quantità, limitando quello che potrebbe far ingrassare di più come olio, salse, condimenti, frutta secca (buona, ma calorica) e ovviamente alcolici.

 

Tot idee per apparecchiare la tavola di Natale 2016Tenendo presente che sarebbe il caso di limitare le quantità è anche vero che si può intervenire fin dalla preparazione stessa delle pietanze.

Il soffritto ad esempio potrebbe essere preparato con del vino bianco in sostituzione del burro o dell’olio. È

Meglio ridurre il consumo di sale insaporendo ad esempio le verdure con altre spezie come ad esempio lo zafferano, l’origano, il pepe o il peperoncino, saporite, ma benefiche.

Meglio limitare al massimo i condimenti grassi privilegiando invece le spezie per i primi piatti.

Succo di limone, aceto o limone e non olio sono adatti per condire le verdure mentre si può rinunciare al fritto, seppure di tradizione, scegliendo invece la cottura al vapore, e per i secondi al forno o alla piastra. 

Se non potete rinunciare a pandori e panettoni, meglio accostare anche un sorbetto  a base di frutta e yogurt magro e ridurre al minimo il consumo di frutta secca, benefica, ma calorica. Da ridurre anche il consumo di alcolici a cena o a pranzo: meglio non esagerare. Un buon consiglio è anche quello di evitare di mangiare panettone e pandoro ogni giorno a colazione.

 

NATALE, IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DEGLI ITALIANI

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK