Festa delle donne, i benefici di un menù in giallo

di Fabiana Commenta

Una tavola all’insegna del giallo, il colore per eccellenza della mimosa: è il giallo il colore da scegliere per il menù da presentare in occasione della Festa delle donne dell’8 marzo. 

torta, festa delle donne, crostata mimosa, spaghetti mimosa,

Oltre al essere il colore delle mimose, il giallo è il colore del sole, dell’allegria e del buonumore come ricorda Paola di Giambattista, Healthy Food specialist, Free from Chef e Nutritional Cooking Consultant via Ansa: gli alimenti di colore giallo contengono infatti betacaroteni e vitamina A, ottimo per l’intestino, indicati per contrastare la formazione di radicali liberi contro l’invecchiamento cellulare e le malattie cardiovascolari. 

Inoltre sono cibi che contengono leutina e zeaxantina, dalle proprietà antiossidanti e che fanno bene alla vista, ma contengono anche vitamina C, che è depurativa e protegge il sistema immunitario. Spazio quindi ai limoni, ai pompelmi (anche depurativi), alle banane, ma anche ai peperoni o al mais, indicato anche nelle insalate miste, alla zucca, dolce e poco calorica oppure allo zafferano, pregiato e saporito. Limoni, arance e peperoni sono particolarmente ricchi di vitamina C e stimolano la produzione di collagene. 

E in occasione della festa delle donne, perché allora non sbizzarrirsi con qualche superfood che oltre ad essere diventati molto popolari negli ultimi tempi sono indicati per il benessere del nostro organismo? 

Fra i cibi super-ricchi di nutrienti e super-benefici per la salute, ricchi di proprietà nutritive c’è ad esempio il jackfruit, o giaco. È un frutto che presenta proprietà antiossidanti ed è ricco di isoflavoni, lignani, fitonutrienti e saponine che agiscono sui radicali liberi e contrastano l’invecchiamento cellulare, ma anche è ricco anche di potassio e proteine. 

photo credits | thinkstock