Estate e caldo, si impennano i consumi di pesce

di Fabiana 0

Con l’arrivo del caldo si impennano i consumi di pesce e in particolare del tonno: è proprio il tonno uno dei protagonisti delle tavole italiane con l’arrivo dell’estate insieme ad altre specialità, come i molluschi e i crostacei lasciando registrare aumento dei consumi pari al +15%.

 

 Complice il caldo, resta infatti un must per gli italiani soprattutto in estate, lasciarsi conquistare tra i piatti di mare. Gettonatissimi gli spaghetti allo scoglio, ma anche i tranci di pesce marinati alla griglia senza dimenticare la frittura come confermano i dati dell’indagine condotta da Fedagripesca Confcooperative. 

Ma anche per il pesce, vale la regola della stagionalità: esattamente come frutta e verdura, anche i prodotti del mare hanno una propria stagionalità e ci sono delle specie che trovano in estate ed altre no. 

Ma quali sono i pesci da portare in tavola nel corso della bella stagione? Spazio al tonno, amatissimo dagli italiani, allo sgombro, alla sogliola, molto leggera, alla triglia, al nasello e al sarago, evergreen che si trovano durante tutto l’anno. 

Non manca poi la spigola, tra la più nota e pregiata del Mar Mediterraneo, con le carni bianche e ricca di omega 3, che presentaun basso contenuto di grassi ed è facilmente digeribile. 

Spazio poi all’orata con un periodo di consumo che va da giugno a novembre, e con un basso contenuto di colesterolo. 

Orata e spigola restano fra pesci più amati dagli italiani perché sono leggeri ed estremamente versatili: perfetti per essere cucinati al sale o alla griglia, al forno o al cartoccio. 

Ma ci sono tanti altri pesci da tenere in considerazione come ad esempio la ricciola, un pesce azzurro pregiato che non può essere allevato ed è simile alla carne soda del tonno: è particolarmente indicata per la preparazione di tartare e carpaccio. Ottimo anche il pesce spada che si caratterizza per il sapore delicato e si gusta con tante ricetta e ingredienti diversi, con la pasta, alla griglia, al cartoccio, al forno o crudo,  e si consuma da aprile a settembre. Non mancano il granchio e gli scampi (da marzo a luglio), ottimi per la preparazione di polpette, sughi e cocktail, le sardine e le alici che sono ricche di omega3, fosforo, potassio, ferro e calcio. Saranno anche pesci poveri, ma sono ricchi e gustosi. 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>