Black list, I dieci elementi più pericolosi

di Fabiana Commenta

Pesce, ostriche o arachidi: sono solo alcuni degli alimenti inseriti nella black List redatta dalla Coldiretti e relativa ai cibi più pericolosi per i consumatori. 

cozze, cozze alla tarantina, Insalata di cozze e lenticchie

I dati sono chiari effetti e considerando che in Italia lo scorso anno è scattato un allarme alimentare al giorno lo scorso anno, è evidente che  i prodotti extracomunitari siano 4 volte più pericolosi di quelli comunitari e 12 volte di quelli Made in Italy. Ma quali sono gli alimenti inseriti nella black List? 

Il più pericoloso è il pesce dalla Spagna per mercurio (con 24 notifiche) e infestazione di Anisakis (con 14 notifiche). 

secondo posto per le ostriche vive dalla Francia per Norovirus (23 segnalazini); terzo posto per il pollo dalla Polonia per Salmonella enterica (8 segnalazioni); quarto posto per il pesce dalla Francia per Anisakis (con 8 segnalazioni); quinto posto per le nocciole dalla Turchia per aflatossine (7 notifiche); sesto posto per le cozze dalla Spagna per Escherichia Coli (7 segnalazioni).

Settimo posto della black list secondo la Coldiretti per le arachidi dall’Egitto per aflatossine (6 notifiche), ottavo posto per il manzo refrigerato dal Brasile per Escherichia Coli-Shigatoxin (6 notifiche), nono posto per le nocciole da Azerbaijan per aflatossine (6 notifiche) e decimo posto il pollo dal Brasile per Escherichia Coli-Shigatoxin (6 notifiche).

Dei 398 allarmi che si sono verificati in Italia nel 2018, solo 70 (in pratica il 17%), conferma la Coliretti, hanno riguardato prodotti con origine nazionale: 194 provenivano invece da altri Paesi dell’Unione Europea (49%) e 134 da Paesi extracomunitari (per il 34%). In pratica quattro prodotti su cinque fra i più pericolosi, provengono dall’estero (83%): meglio allora affidarsi rigorosamente al Made in Italy. 

 

CIBI DANNOSI PER I DENTI, I PIU’ PERICOLOSI 

photo credits | think stock