Pandoro ripieno: ricetta dolce facile

di liulai 8

TEMPO: 30 minuti circa | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

ll pandoro ripieno è uno di quei dolci buonissimi (e ahimè ricchi di calorie) di cui ognuno ha la sua versione. In ogni famiglia c’è chi farcisce il pandoro a modo proprio ed io oggi vi voglio raccontare come lo farcisco io. Premetto che è un dolce natalizio molto semplice e veloce da realizzare, basta dare libero sfogo alla fantasia e poi via tutti a fare una bella tombolata.

A proposito di questo gioco, sapete perché durante le festività’ natalizie si gioca a tombola? La risposta è offerta dall’antichità romana. Nell’ultimo giorno dei Saturnali, il 23 dicembre, si celebrava la festa dei Parentalia, l’unica ricorrenza dell’anno in cui era permesso il gioco d’azzardo. L’usanza, spiegata dal mito eziologico di Acca Larentia, si ricollega alla funzione di Saturno. Il dio non presiedeva al solstizio d’inverno ma vi conduceva, preparando il mondo all’arrivo dell’ anno nuovo: momento cruciale in cui era Giano ad assumere il ruolo principale. In questo punto nodale dell’anno, Saturno appare come l’autore occulto del gioco cosmico, capace di ordinare lo svolgimento universale attraverso l’azione della sua falce, che in realtà è uno strumento sacro analogo al lituo, il bastone ricurvo, emblema di vaticinio.

Vi è quindi un legame profondo tra il giocatore cosmico Saturno e l’arcaico carattere rituale del gioco d’azzardo che si teneva nel periodo di passaggio solstiziale. L’attuale tombola è allora il ricordo sfumato dell’originario gioco oracolare con cui gli antichi cercavano di capire il loro posto nel cosmo all’inizio di un nuovo ciclo. Oggi, come già nella Roma imperiale, il significato divinatorio del gioco è scomparso ma permane la sua gestualità.

Ora dopo qualche curiosità natalizia ecco a voi la ricetta del Pandoro ripieno.

Pandoro ripieno

Ingredienti per 4 persone:

1 pandoro di circa 1 Kg | 2 uova fresche | 200gr di mascarpone | 50gr di zucchero | tre tazzine di caffè (se ci sono dei bambini potete diluirlo per bene e usare soltanto una tazzina)

LA PREPARAZIONE:

  1. Sgusciare le uova, dividere i tuorli e mettere da parte gli albumi. Mescolare lo zucchero e i tuorli a spuma.

  2. Montare a neve gli albumi e unirli alla crema e al mascarpone. Mescolare bene. Tagliare il pandoro in strati alti 5-6 cm. che inzupperete da una parte con il caffè.

  3. Riformate il pandoro mettendo la crema tra uno strato e l’altro.

  4. Alternate gli spicchi dei dischi ottenuti a piacere e cospargere con cacao amaro.

[photo courtesy of Lucia Poggiali ]