Buon anno con il pandoro alla crema di nocciole e marron glacè

di Redazione 7

pandoro con crema

Buon 2010! Passato bene il Capodanno? Siete tutti pronti e pieni di nuovi buoni propositi da mettere in atto durante l’anno nuovo? Bene. Spero che abbiate passato una splendida vigilia e che ci abbiate dato sotto a tavola, io l’ho fatto. E per continuare a festeggiare in allegria anche oggi, vi propongo una ricetta a base di pandoro. Un’altra? Direte voi, Si, ma questa non è la solita ricetta e poi credo che per smaltire il pandoro avanzato non se ne abbiano mai abbastanza da provare. La cosa bella è che potete utilizzare, oltre il pandoro, anche il panettone, oppure qualsiasi torta secca tipo pan di spagna che abbiate a disposizione, l’importante è che non sia particolarmente aromatizzata o già ricca di suo. Allora? Siete pronti? Iniziamo con la ricetta.

Per la farcitura invece, proseguiamo così:

Per la farcitura e decorazione

250 gr di mandorle pelate, 350 gr di zucchero a velo, 2 albumi d’uovo, 2 cucchiaini di succo di limone, 2 cucchiaini di brandy, essenza di mandorle, qualche marron glacé intero, frutti vari di marzapane.
Nel frattempo preparate la pasta di mandorle: mettete nel mixer le mandorle con 250 gr di zucchero a velo, il succo di limone, il brandy e qualche goccia di essenza di mandorle. Azionate il mixer flno a ottenere una polvere molto fine. Sempre continuando a farlo girare, unite gli albumi a poco a poco, fermandovi non appena la pasta si raccoglie a palla. Trasferitela sulla spianatoia e lavoratela un po’ con le mani, aiutandovi, se necessario, con poco altro zucchero a velo. Quando la pasta è ben miscelata e non appiccicosa, posatela su un largo foglio di pellicola trasparente e stendetela con il mattarello, anch’esso cosparso di zucchero a velo, cercando di tirarla il più fine possibile. Capovolgete il dolce su un ripiano e rivestitelo con la pasta di mandorle, tagliando l’eccesso con un coltellino affillato. Preparate una glassa con il restante zucchero a velo e pochissima acqua calda, lavorando energicamente con una frusta per qualche minuto. Versate la glassa sul dolce, distribuendola uniformemente con una spatola; fatela rapprendere in frigonfero, guarnite con i marrons glacés e i frutti di marzapane e tenete in fresco fino al momento di servire.

Commenti (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>