Bresciane alla mortadella, il finger food con cuore filante

di Fabiana 0



L’uno tira l’altro: impossibile resistere alla bontà delle bresciane alla mortadella proposte da Cristina Lunardini. 

La pasta sfoglia contiene un ripieno filante con crescenza e tutta la bontà della mortadella.

 

Potrete servirle come finger food, come antipasto, come piatto per una cena sfiziosa. Sono perfette anche servite nei cartocci per un pic nic o per un brunch un po’ rustico in compagnia di amici.

Bresciane alla mortadella, il finger food con cuore filante


Ingredienti

un rotolo pasta sfoglia | 300 gr. mortadella | 150 gr. crescenza | 60 grammi di pistacchi - 20 grammi di grana - sale e pepe

Preparazione

  Preparate la mortadella a cubetti piccoli: dovranno essere dei veri e propri dadini. Frullate metà della mortadella con la crescenza per ottenere un composto omogeneo e poi aggiungete anche i pistacchi.

  Aggiungete il pecorino (o il grana padano) e la mortadella tagliata a dadini, aggiungete il sale e il pepe e amalgamate. Lasciate stabilizzare la farcitura per almeno un’oretta in frigorifero.

  Preparate la pasta sfoglia: potrete utilizzare un rotolo già pronto ovviamente. Srotolatela e lavorate la pasta sfoglia fino ad ottenere un rettangolo dello spessore di circa 2 millimetri largo 40 centimetri. Spennellate la pasta sfoglia con un tuorlo sbattuto con il parmigiano e il latte.

  Arrotolate ben stretta la vostra pasta sfoglia. Lasciate riposare il rotolo per un’oretta in frigorifero e tagliate il rotolo nelle bresciane, tranci di un paio di centimetri di lunghezza. Schiacciateli un po’ mantenendoli stretti e rotolateli su un letto di semi di sesamo per creare una copertura croccante.

  Sistemate al centro di ciascuna un po’ di farcia e chiudete la bresciana chiudendo i bordi e poi sigillandole. Sistemate le bresciane sulla teglia con la carta forno e lasciate cuocere a 180°-190° per 20 minuti, poi sfornatele.

La ricetta prevede l’uso del pecorino, ma per rendere più leggero, ma altrettanto gustoso il sapore, scegliete il classico parmigiano reggiano. Una volta imparata la tecnica della farcitura, allora potrete anche provare qualche variante rispetto alla mortadella, magari il prosciutto cotto.

PASTA SFOGLIA, QUATTRO RICETTE VELOCI

PASTA SFOGLIA SENZA GLUTINE, LA RICETTA BASE

CANNOLI CON LA SFOGLIA, PROSCIUTTO E ASPARAGI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>