Sformatini di patate al finocchio

TEMPO: 25 minuti | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: bassa

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Il dopo feste natalizie ha lasciato qualche strascico? Sentiamo il bisogno di mangiare più leggero e magari non il solito piatto di pasta? Perché allora non preparare questi sformatini di patate al finocchio? Non è una ricetta ipercalorica anzi, se utilizzerete metà dell’olio consigliato risparmierete molto sui grassi aggiunti a questa preparazione senza nulla togliere ai sapori. Di solito li mangio da soli, come piatto unico, per risparmiare qualche caloria, ma in realtà questa ricetta è un contorno quindi possiamo benissimo accompagnarli con della carne oppure della verdura considerando che le patate sono dei carboidrati. Con venti minuti di lavoro sazierete anche i palati più sofisticati ed esigenti.


Sformatini di patate al finocchio

Ingredienti per 4 persone:

600gr di patate | 1 cipolla di media grandezza | 1 cucchiaio di semi di finocchio | burro q.b. | 4 cucchiai di olio extravergine di oliva | sale e pepe q.b.

LA PREPARAZIONE:

  1. Lessare le patate in acqua salata, pelarle e tagliarle a fette. In una padella far imbiondire la cipolla affettata nell’olio; aggiungere le patate e i semi di finocchio. Salare e pepare.

  2. Saltare e nel contempo schiacciare le patate. Far abbrustolire leggermente.

  3. Distribuire il composto ancora caldo in piccoli stampi imburrati. Cuocere a bagnomaria in forno per 10 minuti prima di servire.

Lascia un commento