Notte Bianca del cibo italiano, il 4 agosto si celebra Pellegrino Artusi

di Fabiana Commenta

Tutto pronto per la Notte bianca del cibo italiano: l’appuntamento è fissato il 4 agosto in Italia e a livello internazionale per la celebrazione della nascita di  Pellegrino Artusi in occasione della sua nascita a Forlimpopoli in Emilia Romagna nel 1820.

La notte bianca del cibo italiano è interamente dedicata al padre della cucina italiana e proprio nel nostro Paese la ricorrenza è particolarmente importante con tutta una serie di attività promosse in collaborazione con il ministero dei Beni e delle attività culturali in accordo con il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali nell’Anno del Cibo Italiano. 

Le più attese iniziative enogastronomiche si terranno proprio in Italia, in particolare a Torino, Milano e Roma.

A Milano lo chef Pietro Leemann onorerà Artusi con la preparazione di due piatti dedicati al gastronomo, a Firenze, la città d’adozione di Artusi, sabato, al Mercato Centrale a San Lorenzo è previsto un focus su Pellegrino Artusi e la sua Cucina e alla Fabrica italiana contadina (Fico) di Bologna sono in programma tante altre ricette in occasione del calendario ricette dal manuale artusiano.

Le celebrazioni però non mancano neppure all’estero: a Los Angeles lo chef Gino Angelini (premio Artusi 2011) propone uno dei fatti tipici del Manuale Artusiano, i Cappelletti all’Uso di Romagna in Olanda ad esempio a L’Aia, lo chef Roberto Illari presenta le Tagliatelle con prosciutto.

In occasione dell’evento 2018, spazio anche a . Tra le attività in programma omaggio al libro che ha fatto l’unità d’Italia a tavola, Scienza in cucina e l’arte di mangiare bene, che viene proposto in diverse strutture come gli Eataly di Torino, Firenze, Roma.