Ziti alla genovese, la ricetta tradizionale campana

di Fabiana 0



Il nome, ziti alla genovese, potrebbe trarre in inganno, ma in realtà si tratta di un piatto non ligure, ma tradizionale della cucina campana. 

Si tratta in effetti di un piatto estremamente ricco, un primo piatto a base di carne e di cipolle il cui nome si ispira alle origini genovesi della famiglia che inventò questo primo piatto particolarmente ricco.  La preparazione del piatto non è difficile, ma è piuttosto lunga ragion per cui si tratta di un piatto da riservarsi per qualche festività o magari per il pranzo domenicale. 

Ziti alla genovese, la ricetta tradizionale campana


Ingredienti

300 gr di pasta corta | 600 gr di carne di vitello o manzo | 2 carote - 2 coste di sedano - 600 gr di cipolle | 1 litro di brodo o acqua - Un bicchiere di vino bianco | Parmigiano reggiano grattugiato - Olio extravergine d’oliva - Sale - Pepe

Preparazione

   Preparate gli ingredienti per un soffritto: pulite e tagliate le cipolle, le carote e il sedano, tagliate tutto a dadini. Preparate il soffritto con carota e sedano con l’olio in una pentola abbastanza grande.

   Tagliate a pezzetti il pezzo di carne e non appena il soffritto sarà pronto, aggiungete anche la carne e le cipolle: lasciate cuocere per circa 5 minuti. Mescolate e sfumate con il vino bianco: non appena il vino sarà evaporato, aggiungete anche il brodo o l’acqua.

   Aggiungete il sale, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per circa tre ore lasciando stufare lentamente le carne a fuoco basso mescolando di tanto in tanto gli ingredienti.

   Non appena il condimento sarà pronto, preparate la pasta: fate cuocere gli ziti, la tradizionale pasta corta napoletana nell’acqua bollente salata, ma se preferite potrete anche scegliere un altro tipo di pasta corta. Scolate la pasta e aggiungetela al condimento preparato; mescolate bene per far insaporire la pasta, conditela con il parmigiano reggiano grattugiato, il peperoncino, un filo d’olio a crudo.

TIMBALLO DI ZITI E DI MELANZANE

ZITI CON POMODORO E CON VERZA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>