Coca-Cola, la bevanda diventa alcolica

di Fabiana Commenta

Rivoluzione in casa Coca Cola: l’azienda ha intenzione di lanciarsi nella produzione di bevande alcoliche  come confermato anche dal Financial Times nonostante si sia da sempre distinta nella produzione di bevande analcoliche fin dal suo esordio sul mercato.

coca cola

L’azienda infatti sta pensando di cavalcare il mercato, sempre più crescente, degli degli alcopops ‘Chu-Hi‘ in Giappone per cercare di farsi strada fra le marche più competitive del settore in Giappone come Strong Zero, Highball Lemon e Slat.

Ma che cos’è esattamente Chu-Hi? È una bevanda in lattina che contiene alcol distillato di Sochu che viene miscelato con acqua gasata aromatizzata e che ha una gradazione alcolica che oscilla fra il 3 e l’8%: in Giappone è particolarmente apprezzata dalle donne e Coca-Cola punta proprio su un tipo di prodotto pensato solo ed esclusivamente per il mercato giapponese. Una scelta che si rivolge in effetti a una piccola fetta del mercato, ma che conferma l’evoluzione dell’azienda.

La scelta di provare a lanciarsi nel mercato delle bevande alcoliche arriva da parte di Coca Cola in seguito alle contrazioni delle vendite nel settore delle bevande gassate. Il calo delle vendite delle bibite gassate continua da qualche tempo a questa parte anche e soprattutto da quando i consumatori hanno virato verso la scelta di un’alimentazione più sana che escludesse le bevande gassate. Un calo cominciato diversi anni fa nonostante l’azienda avesse cominciato a recuperare negli Usa confermando invece le perdite sempre più consistenti in Europa e in America Latina: proprio per questo il trend in corso è di trovare un equilibrio fra i prodotti tradizionali molto zuccherati e prodotti con nuove formulazioni.

 

photo credits | instagram