Stevia, il dolcificante per chi soffre di diabete

di Ishtar Commenta

Stevia, il dolcificante per chi soffre di diabete

Abbiamo già parlato della stevia sottolineandone le caratteristiche salienti come il fatto che si tratti di un dolcificante completamente naturale a zero calorie e privo di controindicazioni. Si tratta di un prodotto ottimo sia per chi si trovi a dieta che per chi sia diabetico. E pensare che nonostante le diverse proprietà salutari la stevia sia stata fino al 2011 considerata tossica e quindi non commerciabile, fino a quando, nel 2012, la Commissione europea ha ritenuto che potesse essere venduta salvo fare la sua comparsa presso la grande distribuzione.

La stevia è caratterizzata altresì da un’alta percentuale di glicosidi steviolici, ovvero il rebaudioside A e lo stevioside che si trovano nelle sue foglie. E’ a queste due sostanze che si deve il potere dolcificante della stessa, che è pari a circa 200 volte quello del comune saccarosio. Non solo, la stevia eserciterebbe una funzione benefica anche nei confronti del pancreas. Ma le proprietà della stevia non finiscono quì: secondo molti scenziati tale dolcificante naturale apporterebbe benefici nei confronti di chi soffra di diabete e di obesità infantile in quanto uno zucchero privo di calorie.

Viene da se che la stevia possa essere utilizzata in cucina nella realizzazione dei dolci in sostituzione dello zucchero semolato o di canna e che contribuisca a ridurre notevolmente le calorie oltre che l’indice glicemico, con il quale chi soffra di diabete debba sempre fare i conti. Essa regola infatti lo zucchero nel sangue nelle persone affette da tale malattia evitando così l’ipoglicemia. Una pianta dalle mille qualità: leggete anche “Stevia, il dolcificante naturale a zero calorie” e quì tutte le informazioni generali.

 

Photo Credit | Thinkstock