Guida alle erbe aromatiche in cucina, prima parte 

di Fabiana 0



 

Basilico, prezzemolo, alloro, origano, erba cipollina… sono tantissime le aree aromatiche potrete gustare in cucina per arricchire le vostre ricette estive.

Tutta la cucina mediterranea è caratterizzata dalla presenza di erbe aromatiche, l’una del tutto diversa rispetto all’altra: e non esiste solo il basilico, nonostante sia l’erba aromatica più utilizzata in cucina. 

Partiamo proprio dal basilico, forse la pianta simbolo della cucina mediterranea. La classica fogliolina di basilico si usa soprattutto a crudo, come condimento per le insalate o nei piatti con il pomodoro e dona un sapore inconfondibile a ogni costo piatto. 

Guida alle erbe aromatiche in cucina, prima parte 


Ingredienti

Preparazione

Ma vediamo qualche altro abbinamento all’insegna della fantasia sempre ricordando che le spezie vanno utilizzate esaltando i sapori, ma senza creare un contrasto eccessivo. 

Il rosmarino è molto diffuso ed è perfetto per insaporire i piatti freschi: si usa in forma di rametto o tritato si usa per insaporire arrosti e piatti di carne. È ottimo sulle focacce, ideale anche per condire le patate e rende i piatti digeribili e saporiti.

L’alloro ha un aroma unico e viene utilizzato per i piatti di carne e di pesce visto che mantiene l’aroma anche dopo la fine della cottura. 

Il prezzemolo è perfetto per ogni piatto perché riesce ad insaporire i cibi senza coprire i loro sapori naturali. Tritato finemente può essere utilizzato nella salse, nella pasta, nei secondi piatti di carne, ma soprattutto di pesce. 

Utilizzatelo però sempre a crudo e cospargerlo sul piatto solo a fine cottura in modo tale da non fargli perdere l’aroma fresco che lo contraddistingue. 

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>