Gualtiero Marchesi, addio allo chef d’Italia

di Fabiana 0

Addio a Gualtiero Marchesi: il mondo dell’enograstronomia italiana piange il più celebre e conosciuto degli chef italiani che si è spento nella giornata di oggi, 26 dicembre 2017 a Milano. Aveva 87 anni e la notizia stata diffusa da fonti vicine alla famiglia.

Titolare del ristorante ‘Il Marchesino’, Gualtiero Marchesi aveva ricevuto nel corso della sua lunga carriera riconoscimenti e onorificenze di ogni genere: lo chef, malato da tempo, aveva lasciato lo scorso ottobre il rettorato di Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana dove si insegna il mestiere del cuoco e del pasticcere per dedicarsi alla Casa di riposo per cuochi, un progetto che gli stava molto a cuore. Numerosi e molto celebri i suoi allievi tra cui figurano, Mirella Porro, Enrico Crippa, Carlo Cracco, Antonio Ghilardi, Ernst Knam, Karsten Heidsick, Lucia Pavin, Alessandro Breda, Davide Oldani e Daniel Canzian, Andrea Berton, Paola Budel, Pietro Leemann, Paolo Lopriore, Michel Magada, Vittorio Beltramelli, Marco Soldati.

Nato a Milano il 19 marzo del 1930 da una famiglia di ristoratori. Marchesi p stato un vero e proprio innovatore della cucina italiana di cui ha stravolto realmente le regole portandola a livelli veramente eccellenti e liberandola dal provincialismo fra gli anni Settanta e Ottanta.

Fra i suoi primati, anche il fatto di essere stato il primo cuoco italiano, nel 1985, ad essere stato premiato con le tre ambiente stelle Michelin anche se poi ha successivamente deciso di ribellarsi a dei sistemi di attribuzione di punteggi del genere restituendo nel 2008 le stelle che gli erano state attribuite. Fra i piatti più famosi di Gualtiero Marchesi il risotto allo zafferano con foglia d’oro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>