Ferragosto, 10 ricette regionali

di Fabiana 0

Affezionatissimi al Ferragosto, gli italiani scelgono di trascorrere la giornata del 15 agosto all’insegna del riposo e del relax. Se in casa è il barbecue ad essere gettonatissimo, soprattutto negli agriturismi, la giornata di Ferragosto viene dedicata alla riscoperta di piatti tradizionale italiani da Nord a Sud, dalla Calabria al Lazio alla Campania.

Vediamo qualche esempio tutto da riscoprire magari all’interno di uno dei 22mila agriturismi accreditati in tutta Italia. 

Zitoni di Ferragosto della Costiera Amalfitana: è un primo piatto a base di zitoni, la pasta tradizionale della Campania, lunghi cilindri di pasta secca, che devono essere spezzati prima della cottura e che vengono conditi con un sugo molto succoso a base di pomodoro fresco, di pomodori secchi e di capperi. Calorici, ma buonissimi.

Gnocchi al sugo di papera: è una ricetta tipica dell’Umbria, un piatto legato alla tradizione della mietitura, quando i contadini si aiutavano per alleggerire il lavoro nei campi e le massaie preparavano la pasta o gli gnocchi in questo caso condito con un ricco ragù a base di carne delle oche, particolarmente saporite e grasse.

Pollo in umido con i peperoni: è un piatto tipico di Roma che prevede la preparazione del pollo arricchito dalla presenza dolce dei peperoni che si unisce al sapore della carne. Particolarmente invitante il sughetto che si forma sul fondo della padella.

Coniglio all’Ischitana di Napoli: è un secondo piatto a base di coniglio particolarmente aromatizzato a base di timo, basilico, rosmarino, maggiorana e arricchito dai pomodorini.

Galletto ripieno della Puglia: in Puglia è usanza farcire un piccolo polletto ruspante con una farcia molto ricca a base di uova, salame, pepe, prezzemolo, aglio tagliato a pezzi e formaggio.

Caponata di melanzane: è un piatto siciliano a base di melanzane fritte arricchite da capperi, basilico, olive e pomodoro.

Frittole di maiale calabresi: sono un ricco secondo piatto di carne preparato con le parti meno nobili del maiale che vengono cotte per circa 7/8 ore a fuoco lentissimo con l’aggiunta di sale. Alla fine della cottura il grasso si scioglie fino a rendere particolarmente saporita la carne.

Piccione arrostito: ebbene sì. In Toscana il piatto tradizionale di Ferragosto è il piccione, un piatto probabilmente nato in epoca carolingia.

Gelo di melone: è uno dei dolci tipici siciliani che si prepara non con il melone, ma con l’anguria, chiamata in dialetto siciliano meluna, muluna, mellone. La polpa dell’anguria viene setacciata e poi lasciate cuocere dolcemente con l’aggiunta di zucchero e un po’ di farina. Il composto viene fatto raffreddare in freezer e potrà essere servito dopo circa 4 ore.

Non sarà un piatto tradizionale regionale, ma sono ormai anni che il barbecue (con grigliate di carne, pesce o verdure) è diventato un vero e proprio classico del Ferragosto per tutti gli italiani.

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>