Dieta mediterranea, è la migliore al mondo

di Fabiana 0

La dieta mediterranea? È senza dubbio la migliore dieta al mondo per la salute e il benessere: aiuta il cuore e il diabete consta di ingredienti ed elementi estremamente facili da reperire e da acquistare. 

Il prestigioso riconoscimento arriva direttamente dal sito statunitense US News & World Report, specializzato proprio nella redazione di classifiche e di consigli per i consumatori. 

La classifica premia la dieta mediterranea visto che proprio le persone che vivono nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo vivono meglio, si ammalano meno di tumore e presentano meno problemi cardiovascolari rispetto alla maggior parte degli americani. Il segreto consiste proprio in uno stile di vita attivo, ma anche nella capacità di controllo del peso e nel seguire una dieta che sia povera di carni rosse, di zuccheri e di grassi saturi, ma al contrario estremamente ricca di frutta e di verdura, di frutta secca e ovviamente in generale di alimenti salutari come sottolineano nella loro motivazione i redattori della classifica.  

Una vittoria per la Coldiretti che sottolinea come ultimamente la dieta mediterranea sia stata sottoposta a una serie di “accuse” visto che molti dei suoi alimenti caratteristici sono stati stati tacciati con il bollino nero. Sotto accusa ci sarebbero i contenuti particolari degli alimenti, nel dettaglio, grassi, zuccheri o sale. 

Una svalutazione senza motivazione che tende a favorire i prodotti artificiali andando a colpire spesso indiscriminatamente molti dei prodotti caratteristici del nostro paese. 

Il nuovo prestigioso riconoscimento secondo la Coldiretti contribuisce a rimettere a posto le cose rivalutando la qualità della dieta mediterranea vanto del nostro paese in tutto il mondo. 

 

photo credits | thinsktocl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>