Cicerchia: proprietà, valori nutrizionali e come si cucina

di Ishtar Commenta

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla cicerchia: legume antico, nutriente e salutare

Alla categoia dei legumi poveri appartiene la cicerchia. Originaria del Medio Oriente, a rischio di estinzione ma tenacemente ancora coltivata, essa rappresenta un alimento di grande valore. Particolarmente nutriente, sana ed appagante la cicerchia, tuttavia, va consumata con moderazione in quanto potenzialmente tossica superando certe quantità.

Cicerchia: proprietà, valori nutrizionali e come si cucina

Proprietà

Trattasi di un legume antico capace di stimolare memoria e di migliorare il tono muscolare. Fa bene alla salute del cuore e rappresenta un alimento particolarmente indicato in una dieta povera di carne. Contribuisce, infine, anche al benessere delle ossa.

Valori nutrizionali

In quanto ai valori nutrizionali, le cicerchie sono ricche di proteine e di vitamina B. Contengono una buona percentuale di fibre, di sali minerali, di polifenoli, e di fosforo e calcio. Sono, ancora, povere di grassi e capaci di conferire parecchie energie. Nello specifico, in 100 gr di cicerchie è possibile trovare circa 30 gr di proteine, 50 di carboidrati, tra lo 0,5 ed il 2,5 % di grassi e all’incirca 5-6 gr di fibre.

E’ tossica?

Quando si parla di tossicità della cicerchia si fa riferimento ai sui semi. Questi ultimi contengono una sostanza, una neurotossina chiamata latirina, per la precisione. Per diminuire tale rischio basta mettere le cicerchie a mollo in acqua salata non fredda, per almeno 12-24 ore. Ciò premesso, anche la cottura contribuisce a ridurre il pericolo.

Come si cucina

La cicerchia può essere utilizzata in cucina esattamente come tutti gli altri legumi. E’ necessario un preventivo ammollo di 12-24 ore prima della cottura, che avviene lessandola in acqua bollente fino a completa cottura. A questo punto, può essere utilizzata in primi piatti nutrienti unendo della pasta nella stessa acqua di cottura, oppure in zuppe gustose aggiungendo ortaggi quali patate, zucchine, zucca, carote, funghi. I possibili utilizzi, tuttavia, sono diversi e dettati dai gusti e dalla disponibilità dei prodotti di stagione.

Leggete anche:

Zuppa di cicerchie e funghi

Festa della cicerchia a Serra de’ Conti dal 28 al 30 novembre

Photo Credit | Thinkstock