Gnocchi rosa alla romana di Marco Bianchi

di Fabiana Commenta



La ricetta di oggi è quella degli gnocchi alla romana, ma nella versione inedita e leggera di Marco Bianchi. Lo chef scienziato non dimentica mai la bontà dei piatti che prepara, ma al tempo stesso non rinuncia alla preparazione di piatti estremamente gustosi e sani.

gnocchi rosa, marco bianchi

La ricetta degli gnocchi alla romana in rosa rappresenta la variante colorata di un classico della cucina laziale per cui se volete rinnovare il vostro giovedì all’insegna degli gnocchi, questa è veramente la ricetta che fa per voi. Il colore rosa degli gnocchi viene conferita dalla presenza della barbabietola che renderà il piatto particolarmente appetibile anche per i bambini.

Gnocchi rosa alla romana di Marco Bianchi


Ingredienti

150 g di semolino | 650 ml di latte Zymil microfiltrato | 70 g di barbabietola lessata | 4 cucchiai di olio evo | 2 cucchiai pecorino grattugiato | 1 pizzico di sale

Preparazione

  Preparate la barbabietola e lessatela in pentola a pressione: saranno sufficienti circa 30 minuti. Non appena la vostra barbabietola sarà lessata dovrete avere cura di frullarla aggiungendo anche il latte. Mescolate e portate tutto a ebollizione: aggiungete anche il semolino versandolo a pioggia, ma poco per volta, mescolando con una frusta e aggiungendo il resto quando il precedente si sarà assorbito.

  Aggiungete anche l’olio extravergine di oliva, il sale e un cucchiaio di pecorino che non contiene lattosio, ma potrete anche sostituire il pecorino con il parmigiano che ha un sapore più legger.

  Mescolate bene tutti gli ingredienti e a quel punto noterete che il vostro semolino ha ottenuto un bellissimo colore rosa dato dalla barbabietole. Versate il semolino ottenuto su un tagliere, meglio se in marmo (ma anche in legno va bene), lasciate raffreddate.

  A quel punto, con l’aiuto di un coppa pasta potrete ricavate dei dischi: sistemateli su una teglia, spolverandoli con il resto del pecorino (o del parmigiano). Infornate per 20 minuti a 200 gradi fino a quando gli gnocchi non appariranno ben dorati e gratinati prima di servirli ancora ben caldi.

La versione di Bianchi poi è particolarmente leggera visto che prevede la preparazione di gnocchi con il semolino e non con le patate: insomma è veramente il caso di provare la ricetta magari anche cercando di personalizzarla sostituendo ad esempio al pecorino, il parmigiano dal sapore più delicato.

GNOCCHI CON ZUCCA E CON CASTAGNE

RICETTA DEGLI GNOCCHI ALLA PADOVANA

GNOCCHI CON RICOTTA E SPINACI