Appuntamento al buio

di Pyondi 0

E se improvvisamente venissimo derubati del senso più immediato, che alimenta il nostro immaginario e che  fa salire di un buon 50% l’acquolina in bocca davanti a un bel piatto di lasagne? Una provocazione. Mangiare attiva tutti i sensi: ci entusiasmano i colori, i profumi inebriano, origliamo le croccantezze, gustiamo i sapori e soppesiamo le consistenze. Ma la vista rimane il senso di riferimento più importante per le notre esperienze anche in campo enogastronomico.
Una cena completamente al buio: gli odori si confondono, dov’è la forchetta? Il coltello sarà questo? Ce la farò a prendere il bicchiere e versare il vino?

Abituati in situazioni dove l’immagine è tutto, attivare anche gli altri sensi per esplorare il mondo e scoprire che i sensi non sono solo cinque, concentrandosi sul gusto e sui sapori.

Farsi inghiottire dal buio più nero per una notte, per una cena, per mettere alla prova i propri sensi e scoprire nuove visioni. A Milano è possibile: Dialogo nel Buio è una mostra ospitata nella sede dell’Istituto dei Ciechi di Milano, dove  è possibile prenotare una cena in totale oscurità, accompagnati da guide non vedenti.

Provare a supplire al bisogno primario di mangiare, completamente al buio, senza colori e senza luce. Scoprire ascoltando, toccando ed annusando.

Riusciranno poche ore a risvegliare i sensi del gusto, dell’olfatto, del tatto, dell’udito? Come quando da piccoli si giocava a mosca cieca, riconoscere le cose, riuscire a distinguere oggetti comuni. Ma soprattutto per godere totalemte di sapori e profumi senza  influenzare i nostri gusti dagli stimoli visivi, parlando e chiaccherando con i commensali senza condizionamento dell’apparenza.

Sul sito Dialogo nel Buio leggiamo:

” Prima un breve percorso in cui viene offerto l’aperitivo, per familiarizzare gradualmente con il buio. Tutto è pronto per iniziare la cena. All’arrivo delle prime portate la serata entra nel vivo e le piccole difficoltà del buio, come trovare posate, cibo, bicchieri, accendono un clima di contagiosa allegria. Le guide aiutano a sentirsi a proprio agio e a riscoprire il valore dell’ascoltare, il bello del toccare, il piacere del gustare.”

” L’essenziale è invisibile agli occhi ” diceva la volpe al Piccolo Principe. Chissà se è vero anche per la nostra tavola. Sicuramente un’ esperienza  da provare. Ecco tutte le info:

Prezzi
Il costo della cena è di 55 euro a persona. Nel prezzo sono compresi: antipasto, primo, secondo, dolce, vini e bevande. Per esigenze alimentari particolari contattare in anticipo gli organizzatori.

Informazioni e prenotazioni
Telefono 02 76 39 44 78
e-mail segreteria organizzativa Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot, abilitare Javascript per vederlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>