Maritozzo con la panna, i migliori indirizzi a Roma

di Fabiana 0

Eataly festeggia in questo weekend il maritozzo alla romana, uno dei dolci classici della Capitale: si tratta di una tre giorni in cui sarà possibile gustare, con il coinvolgimento di oltre 15 pasticcerie, appetitose varianti di una brioche soffice e molto aromatizzata. 

In effetti il maritozzo è una specie panino lievitato, ma non troppo dolce con la crosticina, ma dorata e l’impasto soffice che è perfetto insieme alla panna montata. Esistono due versioni principali del maritozzo: la versione tradizionale che si trova più comunemente è quello leggero rispetto alla versione del maritozzo quaresimale o santo maritozzo che invece ha un sapore più dolce arricchito dalla presenza dei canditi e dalle uvette con glassatura a base di acqua e zucchero, peccato di gola concesso durante la Quaresima.

E anche se sono moltissimi i bar e le pasticcerie che propongono i maritozzi, ci sono alcuni indirizzi da non perdere. Ecco tre indirizzi dove gustare i migliori maritozzi di Roma.

Regoli, in via dello Statuto, 60: il maritozzo della pasticceria del quartiere Esquilino è uno dei migliori di Roma. Affrettatevi la mattina perché i pezzi disponibili sono pochi.

Romoli in viale Eritrea, 140: la pasticceria del quartiere africano è famosa per tutti i lieviti, ma i maritozzi sono particolarmente buoni anche per la panna un po’ zuccherata.

Il Maritozzaro in via Ettore Rolli, 50: il nome è una garanzia e offre anche la possibilità di poter mangiare un ben maritozzo la sera e tutta la notte. Inoltre farcisce i maritozzi a richiesta.

Panificio Mosca in via Candia, 16: è un classico forno da quartiere che offre non solo i classici maritozzi con la panna, ma anche la versione quaresimale con la glassa, l’uvetta, i canditi.

 

photo credits | thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>