Bimby, nuovo o usato, prezzo e differenze

di Ishtar 0

Trita, polverizza, grattugia, impasta, cuoce, frulla ed altro ancora. No, non sto parlando del super eroe che tutti vorremmo avere nelle nostre cucine, ma del Bimby, robot da cucina multifunzione, conosciuto ed apprezzato non solo in Italia ma anche all’Estero. Le opinioni sul bimby sono spesso contrastanti: chi lo possiede lo ama alla follia e ne decanta le lodi, tra le motivazioni di chi non ce l’ha invece c’è l’amore per la cucina tradizionale e la convinzione che si perda il gusto di cucinare nel delegare le varie operazioni ad un robot.

Tutti però sono concordi sul considerare il suo prezzo davvero eccessivo. Il costo varia da un minimo di 600 € ad un massimo di 1000 e tenuto presente il momento che stiamo vivendo, il suo acquisto può essere considerato una spesa azzardata. Molti decidono di inserirlo nella lista nozze e riceverlo così in regalo. Altri invece, e come biasimarli, lo acquistano usato, risparmiando sul prezzo originario. Tutto sta nell’utilizzo che si ha intenzione di farne. Se pensiamo di utilizzarlo giornalmente l’acquisto del Bimby può essere giustificato come una sorta di investimento, altrimenti sarebbe bene optare per un comunissimo robot da cucina che svolga dignitosamente le funzioni base. Tra l’altro, nonostante la forza del Bimby risieda nel compromesso tra praticità e velocità, ha dalla sua il fatto di poter compiere molte delle funzioni proprie dei robot da cucina, in maniera limitata però, non possedendo tutti i vari accessori, che il Bimby sostituisce con un’unica lama adattata alle diverse operazioni. A differenza di questi però, riesce a cuocere i cibi, anche a vapore, grazie all’unico accessorio di cui è dotato.

I due modelli, il Tm21 ed il Tm31, il nuovo che va a sostituire il suo predecessore, sono pressochè simili relativamente alle funzioni (poche novità  e a detta delle consumatrici, non determinanti) ed anche per quanto riguarda le ricette, possono essere facilmente converite da un modello all’altro. Le poche differenze riguardano l’aspetto estetico, ed il prezzo, ovviamente. E’ possibile acquistare il Bimby tramite vendita diretta per scelta della casa produttrice che ritiene utile all’acquisto una dimostrazione effettuata dai propri rappresentanti. Volendolo comprare usato invece basta cercare on line, ci sono decine di annunci, alcuni anche molto allettanti grazie ai quali è possibile risparmiare alcune centinaia di euro. Attenzione però che il venditore sia certo.

Foto courtesy of Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>