Caffè: dalla semplice tazzina alle bevande più trendy

di Redazione Commenta

Il caffè ha un sapore intrigante, che ben si adatta alla preparazione di diverse bevande, calde o fredde, perfetto anche per dei cocktail dal gusto intenso. Il sapore amaro e l’aroma intenso vengono arricchiti con tocchi di vario genere, per dare vita a bevande gustose e adatte a diversi momenti della giornata.

Bevande al caffè tradizionali
Alcune ricette per la preparazione di bevande al caffè sono ormai tradizionali, utilizzate da decine o addirittura da centinaia di anni. Si pensi ad esempio al caffè viennese, o all’ormai classico Irish coffee, che si può trovare nei bar di tutto il mondo. Si tratta di un bicchiere in cui si mescola un buon caffè appena preparato con zucchero di canna, possibilmente non raffinato e dal sapore che ricorda la liquirizia, whisky irlandese e un ciuffo di panna montata per completare l’opera. Il contenuto in liquore si può variare a piacere, l’importante è che la bevanda risulti intensa. Nel caffè viennese invece si aggiunge del cioccolato fuso, mescolando con attenzione per evitare i grumi. Anche in questo caso il bicchiere deve essere completato con un bel tocco di panna montata.

Il caffè nei cocktails
Diversi cocktails ben noti utilizzano il caffè, o liquori a base di caffè, come il khalua. Molto noto è l’Espresso Martini, in cui si utilizza sia un caffè ristretto, sia una piccola dose di khalua per aumentare l’aroma; a questi due ingredienti si aggiungono zucchero e vodka, per shakerare il tutto con del ghiaccio. Tra i cocktails al caffè più noti troviamo anche il black russian, dall’aroma decisamente molto forte; si prepara direttamente nel bicchiere, colmo di ghiaccio, in cui si introducono dosi uguali di vodka e di liquore al caffè, da mescolare con delicatezza. Nella versione White russian si aggiunge anche della crema di latte.

Le ricette sfiziose
Per chi ama il caffè sono poi disponibili, anche nel classico bar sotto casa, diverse opzioni per gustare la bevanda nei modi più diversi possibili. Nella maggior parte dei casi troviamo il caffè shakerato, la cui ricetta è diversa in ogni bar d’Italia; c’è chi lo prepara semplicemente con ghiaccio, chi aggiunge la panna, chi preferisce inserire anche un aroma più intenso, come del liquore alla vaniglia o della crema di whisky. Il risultato deve essere freddo e cremoso, dal gusto decisamente interessante. Oggi però, a parte le ricette tradizionali tipiche, sono disponibili in molti bar anche interessanti preparazioni, che mescolano un buon caffè, preparato anche con capsule Pellini compatibili Nespresso dosate e per evitare sprechi, con sciroppi e aromi i più disparati. Il gusto aromatico del caffè infatti è ideale da miscelare con tanti altri aromi, dall’arancia alla cannella, dalla nocciola al cioccolato, dal cocco alla panna fresca. L’importante è trovare la giusta dose per ogni ingrediente, in modo da non snaturare il caffè ma da arricchirlo in modo creativo. Anche le spezie sono adattissime al caffè, come lo zenzero, la noce moscata, i chiodi di garofano: un tocco originale ad una bevanda tradizionale.