Pesto Genovese al mortaio, la promozione per la candidatura a Patrimonio Unesco

di Fabiana Commenta

Fra i prodotti del made in Italy più apprezzati all’estero, il pesto genovese al mortaio intende ottenere candidatura a patrimonio UNESCO. Un’ottima occasione per organizzare una settimana interamente dedicata alla promozione del pesto che si terrà dal 12 al 18 marzo. 

pesto genovese, pesto alla trapanese, 10 modi usare basilico cucina

Tante le iniziative previste per sostenere la raccolta firme per la candidatura del pesto genovese al mortaio a patrimonio UNESCO: genovesi e liguri vengon pertanto chiamati a sostenere la candidatura del pesto come bene immateriale UNESCO.

La mobilitazione, Una firma per il Pesto Patrimonio UNESCO, coinvolge tutti i comuni liguri che saranno impegnati a far firmare i moduli per raccogliere le firme a sostegno della candidatura. Firme che poi saranno mostrate ai commissari UNESCO confermando la mobilitazione popolare di tutta la Regione per chiedere la candidatura ufficiale.

E nell’arco della settimana dedicata alla raccolta firme non mancheranno menù a tema, flash mob gastronomici e la finale del Campionato Mondiale del Pesto al Mortaio che si terrà a Palazzo Ducale e si concluderà sabato 17 marzo. Ristoratori, commercianti e gastronomie, parteciperanno attivamente alla settimana di lancio con tutta una serie di menù a base di pesto, degustazioni, ma acnhe vetrine a tema a sostegno del pesto.

Appuntamento con la preparazione collettiva del pesto, sabato 17, quando i genovesi saranno chiamati a invadere pacificamente piazza De Ferrari per preparare il pesto insieme e nella stessa giornata di sabato 100 concorrenti selezionati in tutta Italia, 50 liguri, 25 italiani e 25 dall’estero, si sfideranno per potersi aggiudicare il settimo Campionato Mondiale del Pesto al mortaio.

ARTE DEL PIZZAIOLO, PATRIMONIO DELL’UNESCO

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK