Natale, la dieta ad hoc delle feste

di Fabiana 0

Come arrivare a Natale concedendosi qualche giorno di convivialità insieme a parenti e amici e senza sensi di colpa?

È bene organizzarsi fin da ora e seguire una dieta ad hoc per arrivare leggeri all’appuntamento con le feste: con la dieta del nutrizionista Migliaccio riuscirete a perdere (e senza patire la fame) anche due o tre chili optando per cinque pasti al giorno.

Ecco i consigli dell’esperto, il dott.Migliaccio.

Non saltate mai la prima colazione: via libera al latte parzialmente scremato con dolcificante, concessi 40 grammi di pane o due fette biscottate con un velo di marmellata. Al posto del latte, va bene anche un tè.

A metà mattina una mela lo spuntino prevede una pera o un pacchetto di crackers.

A pranzo via libera a una scatoletta da 80 grammi di tonno sott’olio, o a due uova alla coque o strapazzate, o in alternativa a 80 grammi di formaggio light. In alternativa 60 grammi di affettati o 120-130 grammi di carne o pesce pesati a crudo.

Aggiungete verdura scondita a volontà (che sazia) e se volete, 40 grammi di pane.

A metà pomeriggio potrete mangiare qualcosa di salato 20 grammi di pane con olio di oliva a piacere e un pomodoro o insalata.

A cena concesso un secondo piatto a piacere di carne o pesce, 40 grammi di pane bianco o 50 grammi di pane integrale.

Il sabato la cena è libera, ma con moderazione esattamente come il pranzo della domenica: non dimenticate la verdura lessata e condita con un cucchiaino di olio.

La domenica sera per cena una macedonia.

Da sabato 23 dicembre fino al 7 gennaio si deve invece scegliere un altro tipo di schema: la dieta di base deve essere alternata ai giorni di festa liberi e a una dieta di compenso.

Dieta di compenso del giorno dopo:

Colazione: Latte parzialmente scremato (1,8%) g 100,

caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, una fetta biscottata.

Oppure

Tè a piacere con un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate.

 

Metà mattina: una mela o un kiwi o un cappuccino.

Pranzo: Tonno sott’olio sgocciolato una confezione da g 80 o Philadelphia light g 80; pomodori o insalata o fagiolini a piacere; pane g 40 o un pacchetto di crackers da g 25.

oppure Un toast o un tramezzino oppure un secondo piatto a base di carne o di pesce, possibilmente alla griglia; mezza rosetta (g 40 circa) o un pacchetto di crackers da g 25.

Pomeriggio: una mela o g 200 di melone o di fragole.

Cena: Petto di pollo o pesce g 130 (peso netto e crudo); insalata verde mista o zucchine a piacere; un cucchiaino di olio; pane g 40.

Dal 23 dicembre all’8 gennaio

Sabato 23 dicembre: dieta di compenso

Domenica 24 dicembre: pranzo come uno dei due pasti della dieta di compenso Cena libera.

Lunedì 25 dicembre pranzo e cena liberi

Martedì 26 dicembre, dieta libera

Mercoledì 27 dicembre, dieta di compenso

Giovedì 28 dicembre, dieta di base

Venerdì 29 dicembre, dieta di base

Sabato 30 dicembre, dieta di compenso

Domenica 31 dicembre, pranzo come uno dei due pasti della dieta di compenso. Cena libera

Lunedì primo gennaio, dieta libera

Martedì 2 gennaio, dieta di compenso

Mercoledì 3 gennaio, dieta di base

Giovedì 4 gennaio, dieta di base

Venerdì 5 gennaio, dieta di compenso

Sabato 6 gennaio, dieta libera

Domenica 7 gennaio, pranzo come uno dei due pasti della dieta di compenso

Lunedì 8 gennaio, dieta di base

 

photo credits | think stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>