Fiera Nazionale delle Sagre e dell’Agricoltura a Civita Castellana

di Fabiana Commenta

Torna a Civita Castellana nella Tuscia viterbese fino all’8 ottobre, il consueto appuntamento con la Fiera Nazionale delle Sagre e dell’Agricoltura: anche nel corso della settima edizione, la manifestazione ospita la bellezza di 20 sagre e aziende agricole pronte a intrattenere e a prendere per la gola i visitatori che interverranno. Dagli antipasti ai primi, dai secondi ai secondi ai dolci all’insegna dei territori di appartenenza: la manifestazione propone   davvero sapori e gusti di ogni genere.

Uova trippa

Gli stand gastronomici sono aperti  dalle 10 alle 21.30 di sera, ma la città della ceramica e della cultura in provincia di Viterbo è pronta a intrattenere i visitatori e i buongustai con l’arte e con una serie di eventi, spettacoli, espositori artigiani e commercianti che saranno dislocati lungo le principali vie del centro storico. Senza dimenticare la possibilità di poter scoprire e passeggiare per la città, antico esempio architettonico delle costruzioni militari dello Stato Pontificio del nel XVI secolo che conserva anche le forre alte oltre 50 metri che circondano il paese e che possono essere visitate dal ponte che congiunge al centro storico della cittadina. E non mancheranno i piatti tipici tutti da assaporare: dalla tradizionale trippa alla romana alle mezze maniche al cinghiale, dai tortiglioni all’amatriciana fino alle lumache di Santa Susanna e dell’Azienda Agricola Durante. Spazio alle cozze della Pro Loco di Ferrara e al Cannaiola, vino tipico del paese in provincia di Viterbo che sarà proposto dalla Pro Loco di San Lorenzo e di Marta. E ancora: spazio alle patate di Capati, ai formaggi di Craba, agli gnocchetti di Meloni, alle nocciole dell’Azienda Agricola Di Pietro, a confetture, marmellate e granite, dolci.

 

photo credits | thinistock