Coldiretti, danno da 300 milioni di euro per l’agricoltura

di Fabiana 0

L’ondata di freddo che continua a colpire l’Italia potrebbe causare un danno pari a circa 300 milioni di euro all’agricoltura. Il dato allarmante della Coldiretti deriva dal bilancio degli effetti dell’ondata di freddo sulle coltivazioni sommati ai danni derivanti dal blocco della circolazione che ostacola le consegne.

In tutta Italia, da Nord a Sud, si registrano danni nei campi con le temperature sotto zero che hanno rovinato cavoli, verze, cicorie e broccoli. 

In Liguria la Coldiretti ha chiesto lo stato di calamità per i danni alle coltivazioni orticole e ai vivai di piante e fiori, in Emilia Romagna i danni sono causati dal peso della neve sui frutteti, in Puglia gli agricoltori stanno cercando di raccogliere i cavolfiori, ma a rischio restano i mandorli in fiore e le varietà di ciliegie.

Danni in Campania soprattutto ai frutteti e alle serre, la frutta,  come pesche, albicocche, susine, ciliegie, senza contare i danni i danne alle verdure e agli ortaggi, piselli, fave, patate, meloni, lattughe, finocchi.

E dopo i danni della neve, adesso il rischio è il protrarsi del gelo sui campi visto che la media delle piante al freddo va da -3 a -5 per gli agrumi, da -10 a -12 per kiwi e l’ulivo, da -16 a -18 per la vite, da -18 a -22 per ciliegio, albicocco e mandorlo, da -22 a-25 per pero e melo come conferma la Coldiretti.

Non manca la preoccupazione della Coldiretti per i vigneti e peri forti rischi di aborti che potrebbero registrarsi con queste temperature nelle stalle nonostante gli ambienti siano stati riscaldati e nonostante i pasti siano stati aumentati per garantire maggiore supporto agli animali.

 

photo credits | instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>