Mojito, vini doc, sushi… sulle guglie del duomo!

di Chiara Benassi 2

A volte è proprio il caso di dirlo: fortunati i milanesi, che vivono in una città all’ avanguardia, in continua evoluzione e che offre di tutto un pò!
L’ ho pensato leggendo un articolo su Vanity Fair, riguardante la nuova “food hall” della Rinascente, nella storica sede di fronte al Duomo.

Al settimo piano, con una vista mozzafiato sulle guglie, è nato un nuovo tempio dedicato interamente al gusto, dove è possibile trovare prodotti esclusivi difficilmente reperibili altrove, per gustarli a qualsiasi ora del giorno, fino a tarda sera: otto locali dedicati alla degustazione offrono sushi e prodotti doc, mentre una sezione “market” propone oltre 1000 prodotti per un regalo speciale o per coccolarsi il palato.


Il Juicy bar offre prodotti rigorosamente bio e tutti a base di frutta; il punto vendita Esperya assicura un esperienza “plurisensoriale” con la sua gamma di salumi e formaggi, e per chi ama l’ oriente c’è My Sushi, dove scorrono sul tapis roullant decine di sushi, sashimi e dim sum, con la possibilità di acquistare un box giapponese da asporto.

Non potevano mancare i vini, proposti dall’enoteca YN (che significa vino nell’alfabeto ugaritico) con più di 1000 etichette tra cui alcune bottiglie “per intenditori” con prezzi fino a 2.000 euro.
Degno di nota è anche il primo “mozzarella bar”, l’ Obikà, dove la mozzarella campana D.O.P. viene celebrata come una divinità!

Infine, ma non certo per importanza, il ristorante Maio, appartenete all’omonima famiglia originaria di Vercelli, diretto dallo chef Luca Seveso che propone anche un servizio di catering di alto livello.

Se vogliamo portare nella nostra cucina un po’ di queste raffinatezze e non abbiamo la possibilità di usufruirne direttamente, possiamo cimentarci nella realizzazione di questo piatto proposto al ristorante Maio… un riso davvero “speciale”!

Riso Carnaroli con pistacchi, gamberi e miele piccante
Ingredienti per due persone
1 cipolla
Burro
180 gr riso Carnaroli
1 bicchiere di vino bianco
Brodo vegetale q.b.
Parmigiano
Pistacchio di Bronte (purea)
3 gamberi rossi
Miele aromatizzato al peperoncino

Far soffriggere la cipolla tritata con due noci di burro.
Versare il riso e sfumarlo col vino bianco.
Coprire con brodo vegetale e lasciare cuocere per 14 minuti circa.
Mantecare con due noci di burro e parmigiano.
Aggiungere la purea di pistacchio.
Arrostire in una casseruola i gamberi aromatizzati col miele.
Impiattare il riso e guarnirlo coi gamberi.

Vino consigliato: Greco di tufo.

Commenti (2)

  1. Complimenti per il sito, e davvero interessante con tante notizie enogastronomiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>