Sospiri o dolci della sposa

di Ishtar 0



Sospiri dolci della sposa: cosa si cela dietro ad un nome tanto evocativo? Non sono altro che dei dolcetti goduriosi costituiti da una base di pan di spagna farcito con crema pasticcera e successivamente glassati. I sospiri sono tipici di parecchie regioni, dalla Puglia alla Calabria, dalla Basilicata alla Sicilia. Un cenno merita la storia di questi dolci della sposa che si dice siano stati preparati per la prima volta dalle suore di clausura di Bisceglie in occasione di un matrimonio particolarmente importante, quello di Lucrezia Borgia.

Sospiri dolci della sposa


Ingredienti

impasto per pan di spagna | Per la farcia: 600 ml di latte | 6 tuorli d'uovo | 6 cucchiai colmi di zucchero | 6 cucchiai rasi di farina | buccia di limone per aromatizzare | Per la glassa: zucchero a velo q.b. | acqua | poco succo di limone

Preparazione

  Versare l'impasto per pan di spagna nelle apposite formine da muffin o a cupoletta quindi farle cuocere in forno a 180 °C per circa 15-20 minuti. Sfornare e fare raffreddare.

  Preparare adesso la crema pasticcera facendo scaldare il latte con la scorza di limone, lavorando a parte i tuorli con lo zucchero e la farina e riunendo il tutto in una pentola fino a completo addensamento, cuocendo su fiamma bassa e continuando a mescolare.

  Una volta raffreddati entrambi tagliare i dolcetti a metà e farcirli con la crema quindi glassarli con un composto molto denso ottenuto mescolando lo zucchero a velo con il limone e poca acqua.

Ma il matrimonio non fu celebrato ed i sospiri, oramai preparati, furono serviti agli ospiti presenti per l’occasione andando a costituire, per loro, una sorta di consolazione. La preparazione dei sospiri o dolci della sposa, attualmente realizzati proprio per festeggiare le coppie che abbiano deciso di convolare a nozze, non è velocissima, richiedendo ben tre fasi distinte, quella relativa al pan di spagna, quella della crema e della glassa (o naspro). Ma una volta pronti, al primo assaggio, verrete ripagati di tutto il lavoro. Quì trovate una ricetta collaudata per prepararne la base.

Photo Credits | AnjelikaGr / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>