La pasta di mandorle: la ricetta per realizzarla e qualche curiosità

di liulai 5

              TEMPO: 45 minuti | COSTO: medio| DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Preparazione base e ineguagliabile in diverse ricette siciliane, la pasta di mandorle sembra che abbia avuto origini molto antiche: pare infatti che la sua ricetta sia da attribuire ad un gruppo di monaci appartenente al convento di San Giorgio D’Antiochia, nel pieno centro di Palermo. Chiamata anche pasta reale, forse per la bonta del suo gusto, si prepara abbastanza agevolmente basta un po’ di zucchero, delle mandorle e delle uova (di seguito poi vi ho inserito la ricetta completa). Può essere aromatizzata o colorata come preferite e adottata in diverse preparazioni sia della cucina siciliana che non.


Pasta di mandorle

Ingredienti per 4 persone:

250gr di mandorle dolci | 350gr di zucchero a velo | 100gr di farina | 6 uova | un pizzico di sale

LA PREPARAZIONE:

  1. Immergete le mandorle dolci in acqua bollente per poterle sbucciare, quindi pestatele nel mortaio. scolatele nello zucchero e passate il tutto al setaccio.

  2. Versate in una terrina il passato di mandorle, tre uova intere ed un albume, lavorando il composto fino a quando diventerà omogeneo e vellutato.

  3. Incorporatevi la farina, poco per volta, aggiungendo un pizzico di sale e i due albumi rimasti, montati a neve fermissima (ricordatevi di usare delle uova a temperatura ambiente, come mi ricordava un nostro lettore, le uova si montano meglio!).

  4. La pasta di mandorle può essere profumata con vaniglia, oppure con rum o brandy, caffè o cioccolato. È assai utile, questa pasta, per la formazione di zoccoli per vari dolci.

  5. Calorie per porzione: 694; vino: non consigliabile.

  6.  

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>