I mostaccioli sardi: dolci della tradizione italiana

di liulai 2

TEMPO: 1 ora e 30 minuti | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: elevata

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI

Di mamma sarda non potevo che parlarvi quest’oggi dei mostaccioli sardi. Questi grandi mostaccioli, friabili e morbidi allo stesso tempo, vengono preparati in tutta la Sardegna ma con le tipiche varianti locali. La ricetta che sto per darvi appartiene all’area del sassarese, provatela e poi fateci sapere come sono venuti. Un consiglio: se siete cuoche alle prime armi magari cominciate con qualcosa di più semplice, la preparazione richiede un pochino di abilità. I mostaccioli sardi sono buonissimi da soli, come accompagnamento ad una cioccolata calda oppure ad un tè pomeridiano, oppure possono essere utilizzati nelle preparazioni di dolci tipo il tiramisù.


Mostaccioli sardi

Ingredienti per 8 persone:

1kg di farina | 10gr di ammoniaca per dolci | 1 bustina di lievito | 5 uova intere | ¼ latte tiepido | 250gr di mandorle o noci | 250gr di uva passa | 1 bicchiere di anice | 200gr di zucchero | 250gr di margarina | buccia grattugiata di arancio o limone

LA PREPARAZIONE:

  1. Mettere in una terrina la farina, il lievito, la margarina sciolta e l’ammoniaca. Far intiepidire il latte e aggiungere la scorza grattugiata di limone o arancio, lo zucchero, le uova, le mandorle, l’uva passa e il bicchiere di anice.

  2. Impastare molto bene fino ad ottenere una sfoglia abbastanza erta da cui ricavare la forma desiderata. Disporli nel forno su una piastra imburrata, lasciar cuocere a 150°C.

  3. Quando saranno diventati di colore dorato, togliere la piastra dal forno e lasciarli raffreddare abbondantemente.

  4. Una volta freddi cospargerli di glassa fatta con zucchero ed un pochino di latte. Conviene oltretutto mangiarli dopo diversi giorni, in modo che la pasta abbia fatto in tempo ad ammorbidirsi a dovere.

[photo courtesy of Nuragic man ]

Commenti (2)

  1. questi dolci sono i miei peferiti perchè io sono sarda e ogni volta che girovago per le bancarelle delle feste n resisto alla fame

  2. Questa è la ricetta delle gallette, non dei mostaccioli, che sono invece fatti con il lievito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>