Marmellata di albicocche ricetta col Bimby

di Anna Maria Cantarella 0



 

Faccio spesso la marmellata fatta in casa e la marmellata di albicocche è la mia preferita. In generale preferisco le marmellate chiare a quelle scure e siccome non mi piacciono i sapori troppo dolci, con le albicocche riesco a trovare il giusto compromesso tra la dolcezza della marmellata e il sapore un po’ aspro che mi piace. Le ricette della marmellata sono tutte abbastanza semplici ma con la ricetta Bimby, preparare una confettura fatta in casa è ancora più semplice: non si deve mescolare, non schizza niente e alla fine dovrete solo lavare il boccale! E se avete la fortuna di avere a disposizione un albero di albicocche o semplicemente dei frutti di stagione non trattati, il risultato sarà ancora più buono.

marmellata di albococche Bimby


Ingredienti

un chilo di albicocche senza nocciolo | 480 gr. zucchero | succo e scorza di un limone

Preparazione

  Lavate le albicocche, dividetele a metà e togliete il nocciolo. Mettete nel boccale le albicocche, lo zucchero, la buccia del limone e il succo del limone. Cuocete per 40 minuti a 100° a velocità 2.

  Trascorso questo tempo fare addensare la marmellata per 15 minuti, a temperatura Varoma, velocità 2. Lasciare riposare la marmellata nel boccale per circa 10 minuti .

  Versate la marmellata ancora calda nei barattoli di vetro sterilizzati. Chiudeteli con il coperchio capovolgeteli fino a quando non saranno del tutto raffreddati, per creare il sotto vuoto.

Le dosi della marmellata di albicocche Bimby non sono molto grandi: un chilo di frutta basterà per ottenere due barattoli. La consistenza è morbida e vellutata e se desiderate sentire di più la frutta, vi basterà tagliare le albicocche a pezzi grossi. Se invece volete una marmellata più fluida, che si spalmi meglio sul pane, alla fine potete frullare tutto con il Bimby a velocità 7 per 10 secondi. Potrebbe anche non essere necessario se la frutta riesce a sciogliersi per bene durante la cottura. Prima di assaggiare la marmellata ricordate di conservarla nei barattoli sterilizzati, in un luogo fresco e asciutto, per almeno 12 ore e di creare il sottovuoto, mettendo la marmellata nei barattoli chiusi e poi capovolgendoli. Quando il tappo non farà più il caratteristico “click”, il sottovuoto è fatto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>