I laghi del nord e le loro specialità: Varese

di Redazione Commenta

Photocredit: autore Enzo Bonsi

Il grandi laghi del nord, il Lago Maggiore, il Lago di Como, il Lago d’Iseo e il Lago di Garda, racchiudono delle perle non solo paesaggistiche, ma anche enogastronomiche.

La provincia di Varese, e Varese stessa sono una piccola gemma lombarda. I suoi 7 laghi sparsi tra Prealpi e campagne, paesini fermi nel tempo, tesori architettonici e artistici, bellezze naturalistiche, fanno da cornice a una delle provincia meno conosciute.

Terra di Cardinali e conventi, la provincia di Varese è poco nota per le sue specialità dolciarie.

Varese è famosa per il dolce Varese: una bauletto fatto di farina gialla, mandorle, uova, burro e zucchero, delizioso per la collazione o per accompagnare un tè pomeridiano. La città vanta alcune tra le migliori pasticcerie di tutta la Lombardia. Dai maestri cioccolatai ai pasticceri sotto i portici della città, per chi ha voglia di dolci a Varese non rimarrà di certo a bocca asciutta.

Ma è poco lontano da Varese, vicino al Lago Maggiore, che sono stati creati i dolcetti più copiati di tutti: i Brutti e Buoni di Gavirate.
L’antica ricetta è della seconda metà dell’800, ed è stata brevettata all’inizio del ‘900. composti da bianco d’uovo, zucchero, nocciole e mandorle. Questi dolcetti spumosi, leggeri e fragranti sono perfetti con vini da meditazione o una cioccolata calda.

E mentre si visita Gavirate perché non allungare il proprio viaggio fino al Lago Maggiore? Le sue isole, con le ville dei Borromeo, i suoi conventi a picco sul lago e i paesini uno più affascinante dell’altro. Un interessante percorso ce lo propone Penelope 82, con un giro sulla sponda piemontese, da Arona a Stresa.

Spostandosi verso il sud della provincia, si passa per l’affascinate Castiglione Olona, con i suoi monumenti, come ce li descrivere Relis nel suo interessante percorso “Un Cardinale e la sua città“. Tra casa, chiesa e castello, Castiglione offre molto al visitatore.

Ed è sulla via per Saronno, famosa in tutto il mondo per i suoi Amaretti e per il liquore DiSaronno, a base di amaretti e dal dolce sapore di mandorla.
Gli amaretti di Saronno si distinguono per la loro durezza: non sono morbidi come altri amaretti prodotti in Italia, ma duri, biscottassi, fatti con le mandorle presenti nel nocciolo dell’albicocca. Una specialità unica nel suo genere.

Anche il lago di Como, raccontatoci da Stepanka, tra sagre e sport, un gusto tutto da scoprire, fatto da pesce di lago e formaggi invitanti.