Pranzo di Pasqua a tavola, un giro d’affari di 8 miliardi 

di Fabiana 0

Un giro d’affari di otto miliardi: è quanto vale il pranzo di Pasqua sulle tavole degli italiani. Lo confermano, relativamente all’anno 2017, i dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. 

I dati confermano che il ricavato settimanale per le celebrazioni della festa è di 155 milioni con Lombardia e Piemonte che guidano la classifica seguite dalle regioni del Veneto, della Campania e del Lazio. È invece la città di Napoli, la prima per numero di imprese nel periodo con oltre 3 mila imprese e 5 mila addetti ai lavori. 

La città di Roma conta 1700 imprese, Bari, circa 1.500 attività e 3 mila addetti, Torino e Salerno con 1.200 imprese e rispettivamente 3.600 e 2.000 addetti. 

Da un punto di vista enogastronomico gli italiani continuano a scegliere la tradizione con una Pasqua nel totale rispetto della tradizione a partire della giornata del Venerdì Santo con una forte impennata di consumi di pesce, almeno per sette italiani su dieci (68%). E nei menu della festa sarà presenta l’82% il pescato dei nostri mari mentre sulle tavole della domenica di Pasqua regnerà soprattutto la carne d’agnello, servita nel 51% delle tavole nelle case. 

Non mancheranno i dolci tradizionali, ma sopratutto spazio alle colombe originali e alternative a base di frutta o spezie ma anche innovativi come la “Non Pastiera” della pasticceria crudista di Grezzo Raw Chocolate, un dolce realizzato completamente a freddo utilizzando solo ingredienti biologici. Spazio poi alle tradizionali uova di cioccolato fondente o al latte e ai dolci della tradizione regionale italiana con i dolci caratteristici di ogni zona.

photo credits | thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>