Il set di coltelli da cucina perfetto. I veri ferri del mestiere per la cuoca moderna.

di Cecilia Morello 1

coltelli
Il sogno di ogni donna che ama cucinare sarebbe avere a propria disposizione in cucina qualunque utensile possa esserci utile nella preparazione delle nostre ricette. E pochi utensili servono quanto i coltelli, ma non coltelli qualunque, un vero e proprio set di coltelli di qualità. Sono sei i tipi di coltello fondamentali:
  • coltello da pane
  • coltello da cuoco
  • coltello a seghetto
  • spelucchino
  • coltello per disossare
  • coltello per sfilettare
Il coltello da pane ha una lama lunga e seghettata e non va assolutamente usato per tagliare carne, verdura e frutta. Il coltello da cuoco è un coltello generalmente usato per tutto, con una lama lunga 20 cm e la punta acuminata; può tagliare, tritare o fare a cubetti ogni tipo di alimento. Il coltello a seghetto è un coltello da pane in miniatura e permette di tagliare tutto ciò che ha un esterno duro ma un interno morbido. Lo spelucchino è invece una miniatura del coltello da cuoco, ha una lunghezza che va dagli 8 agli 11 cm ed è utilissimo quando si tratta di tritare o tagliare alimenti di piccole dimensioni, come ad esempio l’aglio, o quando va sbucciata la frutta. Il coltello per disossare ha una lama lunga 20 cm e molto sottile. Il coltello per sfilettare è fondamentale a sua volta per preparare ricette a base di pesce. A questi possono essere aggiunti il coltello da formaggio o quello per squamare.


Fondamentale è scegliere utensili di buona qualità fabbricati di acciaio, con un impugnatura comoda e ben bilanciati. Ancora più importante è poi mantenere il proprio set di coltelli in ottime condizioni. Per farlo vanno affilati regolarmente: per questo scopo esistono due strumenti, il cosidetto acciaino e la pietra affilante.

Il primo è una lunga lama stondata in cima, con un’impugnatura come quella dei coltelli. Per usarlo basta stronfinare in una sola direzione la lama del coltello, ripetendo il gesto diverse volte e da entrambi i lati se necessario. Un’utile prova per testare l’affilatura del vostro coltello può essere il taglio del pomodoro: se la lama scorre velocemente senza schiacciare il pomodoro, è abbastanza affilato. La pietra invece ha forma rettangolare ed è generalmente usata bagnata. La lama da affilare va strofinata contro la sua superficie e sfregata con un movimento circolare, ripetendolo per ogni lato. Ricordate di pulire il coltello dopo l’operazione di affilatura.

Se tenete alla “salute” dei vostri coltelli evitate di tenerli in unico cassetto, così da impedire che i continui sfregamenti ne danneggino le lame ed usateli sempre su taglieri di legno e plastica.

Quando decidete di comprare il vostro set di coltelli non badate a spese: un set di qualità mantenuto con i giusti accorgimenti vi farà compagnia in cucina per molto tempo. Prima di acquistarli inoltre provate a tenerli in mano e valutatene il peso e l’ergonomicità del manico. Con i giusti utensili cucinare sì che diventa un piacere in ogni occasione!